Per il secondo fine settimana consecutivo, il campione del mondo in carica Joan Mir non ha vissuto un sabato da protagonista in Qatar e dovrà partire dalla nona posizione in griglia di partenza nel Gran Premio di Doha, in quella che si preannuncia nuovamente come una gara in rimonta per il pilota della Suzuki.

Tuttavia, Mir è già proiettato alla gara: Dovremo essere veloci nei primi giri e recuperare più posizioni possibile, senza però consumare troppo le gomme. Non sarà semplice visto che probabilmente ci sarà il vento come nello scorso weekend, ma la condizione sarà uguale per tutti e dovremo trarne vantaggio”.

Joan è consapevole che Vinales e le Ducati saranno competitive: “Su questa pista tutti i piloti Ducati vanno davvero forte e sicuramente lotteranno in tanti per la vittoria. Anche Vinales è veloce, ma non sarà facile per lui replicare il risultato dello scorso fine settimana. Noi cercheremo di stare con loro e lottare al meglio delle nostre possibilità”.

Qualifiche MotoGP Doha, Parco Chiuso: i commenti dei primi tre

"Difficile trovare il giusto compromesso in qualifica"


La qualifica è comunque un aspetto che il numero 36 sta cercando di migliorare insieme alla squadra: "In gara siamo sempre molto competitivi e riusciamo a lottare per le posizioni di vertice, ma in qualifica fatichiamo e stiamo lavorando per risolvere questo problema. Nel giro secco serve una guida aggressiva e al limite, perciò il mio stile dovrebbe essere adatto, ma la moto è molto dolce, perciò è difficile trovare il giusto compromesso".

Infine, il maiorchino ha anche scherzato sulla pole position conquistata da Jorge Martin: "Quando eravamo rivali in Moto3, lui conquistava spesso la pole il sabato e io il giorno dopo vincevo la gara. Se accadesse anche adesso che siamo in MotoGP, a me andrebbe benissimo".

Qualifiche MotoGP Doha, Rossi: “Mai così male? Forse con Ducati”