MotoGP Portogallo, il retroscena di Marc Marquez: “Volevo il Qatar”

MotoGP Portogallo, il retroscena di Marc Marquez: “Volevo il Qatar”

"Mi sarebbe piaciuto essere a Losail, ma alla fine i miei medici mi hanno sconsigliato di farlo e li ho ascoltati", ha raccontato il campione spagnolo. Portimao sarà un banco di prova importante anche per l'altro alfiere HRC, Pol Espargaro 

Manca sempre meno al grande ritorno di Marc Marquez. Lo spagnolo è in viaggio per raggiungere il circuito di Portimao, dove ritornerà in sella alla sua Honda RC213V dopo 9 mesi di assenza.

Marquez: "L'obiettivo è lavorare bene"


L'otto volte campione del mondo non nasconde il suo entusiasmo. “È una bella sensazione tornare in MotoGP, con la mia squadra e la mia moto. Abbiamo lavorato molto duramente per raggiungere questo obiettivo, passando molte ore in palestra e con il mio fisioterapista Carlos", ha dichiarato Marquez alla vigilia del Gran Premio del Portogallo. "Ci sarebbe piaciuto essere in Qatar, ma alla fine i miei medici mi hanno sconsigliato di farlo e li ho ascoltati. Mi sono concentrato sull'ascolto dei medici e sulla comprensione del mio corpo in modo da poter tornare in MotoGP e fare ciò che amo".

"Portimao non mi è sconosciuta, ma l'obiettivo di questo fine settimana è lavorare bene. Passo dopo passo stiamo tornando e questo è molto positivo dopo un lungo periodo di stop".

La carica di Pol Espargaro


Marquez troverà finalmente il suo nuovo compagno di box, Pol Espargaro. “Siamo partiti dal Qatar con buone informazioni ma senza i risultati che stavamo cercando", ha raccontato l'ex pilota KTM, che ha raccimolato 11 punti nelle due gare di Losail.

"Il Portogallo mi darà la possibilità di comprendere meglio la Honda perché sarà la prima volta che non la guiderò a Losail. È un circuito divertente e molto fisico da guidare, quindi sono entusiasta di provare la RC213V in Portogallo. Dobbiamo continuare a migliorare le nostre prestazioni e mostrare il potenziale che abbiamo. Ovviamente sono molto entusiasta di ritrovare Marc nel box, è il riferimento in MotoGP e lavorare con lui ci aiuterà a salire di livello".

MotoGP, Morbidelli: “Marc Marquez? Sarà un bel problema”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi