Il Portogallo attende Francesco Bagnaia. Per il pilota Ducati Factory sarà un weekend impegnativo su un tracciato insidioso. In ogni caso, dopo il terzo posto conquistato nel GP del Qatar e il sesto nel Gp di Doha, Pecco è pronto a ripartire con un nuovo slancio.

“Sarà un weekend positivo”


Bagnaia, intervistato dai giornalisti, ha fatto un primo commento su ciò che si aspetta da questa gara a Portimao: ”Lo scorso anno questo stracciato è stato molto buono per le Ducati - ha detto - soprattutto per Jack Miller. Per me, invece, non lo è stato così tanto. Venivo da un periodo difficile nel quale avevo avuto diverse cadute e non riuscivo a trovare un buon feeling con l'anteriore. Quest'anno però penso che la situazione sia diversa. Mi sento più a mio agio sulla moto e penso che per me sarà un fine settimana diverso da quello dell'anno passato. Spero veramente che sia un buon weekend e penso che il tracciato sia molto buono per la nostra moto. Dovremo cercare di capire in base alle condizioni meteo visto che da domani ha messo pioggia ma penso che verrà fuori qualcosa di positivo. Cercherò di rimanere nella top five come successo in Qatar e penso che grazie alla Ducati avremo buone chance per farcela”.

MotoGP orari TV GP Portogallo: in diretta su SKY e Dazn, differita su TV8

“Martin mi ha sorpreso!”


Pecco Bagnaia ha poi parlato della prestazione del rookie Pramac Jorge Martin che nel Gp di Doha è riuscito a conquistare il terzo piazzamento: “Jorge ha fatto un gran lavoro - ha aggiunto - considerando anche che non ha potuto fare tutti i test che di solito facciamo. In gara è stato molto competitivo, costante e uno dei più veloci. E' riuscito a gestire molto bene la gara e il suo stile di guida è stato molto lineare. Mi ha sorpreso!”.

MotoGP Portogallo, Martin commenta il rientro di Marc Marquez

“Siamo tutti professionisti”


Ecco che poi le domande si sono spostate su Marc Marquez e sul suo rientro in pista dopo un'assenza di 9 mesi a causa di un infortunio al braccio: “Penso che ci siano due scenari possibili. - ha spiegato - Il primo che Marc torni e spacchi il c... a tutti. Potrebbe andare molto forte. Il secondo, invece, che ricominci facendo attenzione al braccio, riprendendo feeling con la moto senza correre troppo rischi. Al momento credo che non possa prendere troppi rischi, anche se secondo me sarà competitivo e penso che se è tornato significa che è al 100%. Quindi proverà ad essere da subito veloce, Portimao è una pista complicata che lui conosce perchè c'aveva già girato in Moto2”

Ma non è finita, perchè è stato chiesto a Francesco se sentirà più pressione adesso che Marc è tornato: Siamo tutti piloti professionisti per dare il 100% - ha commentato secco - e fare le nostre gare. Io penso a me stesso se poi c'è un rivale in più lotterò anche con un rivale in più. Il ritorno di Marquez ha creato scalpore ma io penso a me tesso. E a fare un bel lavoro”.

VOTA IL SONDAGGIO: : in che posizione chiuderà la gara Marc Marquez?

“Ho fatto un errore di valutazione”


Infine, cosa hanno insegnato le prime due gare della stagione a Pecco? “A non frenare più in scia. – ha concluso - Ho fatto un errore di valutazione ho frenato in scia a Zarco, avevo troppa velocità e non ho frenato in tempo. Bisogna sempre trovare il limite con le gomme che abbiamo, nella seconda gara ho spinto come un matto e avevo molta più gomma della prima gara, quindi sto cercando di capire. Mi son reso conto di aver perso una vittoria o comunque la possibilità di lottare per la vittoria. Avere la possibilità di lottare per la vittoria è positivo e dobbiamo farne tesoro per le prossime gare”.

MotoGP Portogallo: Marc Marquez ha passato l’ultima visita medica