La giornata di Francesco Bagnaia poteva chiudersi con un sorriso, invece la qualifica gli ha lasciato l'amaro in bocca. Il pilota Ducati era riuscito a conquistare la pole position con un giro velocissimo fatto in 1:38.494. Purtroppo però, gli è stato cancellato in quanto stava sventolando la bandiera gialla per una caduta di Miguel Oliveira. Ecco che in conferenza stampa Pecco ha spiegato quanto accaduto.

Un'analisi approfondita della vicenda


“Stavo scollinando, la bandiera gialla era sulla curva destra e per me è stato impossibile vederla - ha spiegato Bagnaia -. Vinales e Marini che erano dietro di me hanno detto la mia stessa cosa, vedere la bandiera gialla in quel contesto era impossibile. Dalle immagini che hanno fatto vedere si vede che io ero già tutto a sinistra e si vede anche che Miguel era lontano e non era pericoloso. In ogni caso non sono d'accordo con questa regola perchè in qualifica bisognerebbe pensarla diversamente, però se questa regola c'è bisogna rispettarla. In Safety commission mi hanno detto che è stato un loro errore ma comunque il giro è stato cancellato quindi non c'è niente da fare. Nei 15 minuti di qualifiche mi sono visto cancellare due giri quindi avrei potuto tranquillamente restare al box e guardare gli altri”.

Pecco ha poi aggiunto: “Oltre alle bandiere gialle non ho visto neppure Oliveira a terra, altrimenti avrei mollato e avrei fatto poi un terzo giro, visto che ne avevo a disposizione un altro. Di solito sono un pilota abbastanza rispettoso delle varie regole e quando vedo la bandiera gialla mollo. Oggi però non l'ho vista e soprattutto non ho visto Miguel. Quando sono stato in direzione gara e ho visto il video, si vede che Oliveira era già nel viale e la moto era già in piedi accanto alle gomme, quindi del tutto fuori pericolo però non ho proprio visto la bandiera. Se l'avessi vista avrei fatto un altro giro, non mi sarebbe venuto un tempo del genere perchè avevo già spremuto tanto le gomme però avrei potuto chiudere in seconda fila magari”.

Qualifiche MotoGP Portogallo, Miller: “Ducati soffre nell'ultimo settore”

“La mia gara già parzialmente compromessa”


Partendo domani dall'11esima posizione in griglia, quindi, per il pilota Ducati di certo la situazione si complicherà: “Può essere che la mia gara sia già parzialmente compromessa - ha aggiunto - perchè comunque nella MotoGP di oggi se non parti nelle prime due file fai molta fatica. Però vedremo, il passo che ho è molto buono. Oggi nelle FP4 avevo le gomme usate della mattina e ho fatto il mio miglior giro al venticinquesimo giro di gomma quindi non è andata male. Ho visto che Quartararo è stato più veloce ma aveva entrambe le gomme nuove quindi vedremo. Sono abbastanza convinto di poter fare una bella gara e lottare nella Top five. Vincere secondo me sarà complicato però proverò a fare il possibile per cercare di recuperare”.

Da tenere in considerazione per la gara saranno quindi anche le gomme: Farò la stessa strategia perchè è la migliore, però dovrò mettermi a spingere al 100% dall'inizio alla fine senza pensare di dover gestire le gomme che solitamente è fondamentale gestire. Spero di arrivare alla fine con un buon livello di consumo per spingere poi sul finale”.

MotoGP orari TV GP Portogallo: in diretta su SKY e Dazn, differita su TV8