Vedere una Suzuki in prima fila non è un qualcosa di comune, ma in Portogallo Alex Rins è riuscito in questa “impresa”. Lo spagnolo infatti scatterà domani dalla seconda casella dello schieramento, non dovendo dunque impostare una gara di rimonta come in molte altre occasioni.

“Abbiamo iniziato a lavorare bene da ieri - racconta Alex - ed oggi si sono visti i risultati. Sono molto contento di questo risultato, specie pensando alle difficoltà incontrate spesso e volentieri in qualifica. La prima fila è molto importante, ma sono sicuro che comunque non sarà facile stare davanti”.

Rins: “Sarà una gara agguerrita”


Il pensiero di Alex corre veloce alla gara di domani, dove oltre ad una buona partenza conterà non poco riuscire a mantenere il passo dei migliori.

“Sarà una gara agguerrita, in primis contro le Yamaha e le Ducati, dove dovrò lavorare nel modo migliore con le gomme. La prima cosa da capire sarà il passo dei miei rivali, Quartararo in primis, e fare una buona partenza. Sono sicuro che ci divertiremo, ma non sarà facile”.

Gli avversari dunque non sembrano mancare per lo spagnolo, che può consolarsi però con le certezze sotto il profilo delle gomme, sempre che il clima non cambi giocando a tutti un brutto scherzo.

“Se la temperatura rimarrà quella di oggi credo che le medie siano la migliore soluzione per la gara, come ho potuto capire in FP4. Se invece la temperatura dovesse cambiare dovrò probabilmente cambiare strategia”.

MotoGP Portogallo: chi vincerà la gara a Portimao?