Fabio Quartararo può dirsi estremamente soddisfatto per la pole position raggiunta oggi, vista la penalità inflitta a Bagnaia. Il francese di Yamaha sa benissimo che la gara di domani sarà molto diversa dalla qualifica per le mutevoli condizioni meteo su Portimao in questo periodo dell’anno.

Nella conferenza stampa post qualifiche, il francese ha toccato tanti temi tra i quali anche la caduta di Jorge Martin di questa mattina ed il fatto di avere due francesi in prima fila. 

“Fondamentali le prove con le gomme questa mattina”


L’obiettivo era centrare la prima fila e l’ho fatto - dice Quartararo - Fondamentali sono state le prove con le gomme fatte sia stamattina che oggi pomeriggio, il passo è stato incredibile. Questa mattina potevo spingere un po’ di più ma volevamo essere sicuri sulla scelta delle gomme. Sono contentissimo del lavoro fatto e del passo mostrato.” 

Per il momento opto per le medie ma vedremo domani se provare le dure durante il warm up. Credo però che in ogni caso medie o dure saranno una buona scelta” chiude Quartararo il capitolo su lavoro e scelta gomme.

“Alcune parti del tracciato sono un po’ pericolose”


Dall'inizio del weekend sono state tante le cadute che si sono viste a Portimao, ma il transalpino non se la sente di puntare il dito verso le condizioni del tracciato. “L’ultima curva soprattutto è un punto abbastanza difficile e pericoloso, ma poi ci si abitua - commenta Quartararo - E’ facile perciò commettere errori. Per quanto mi riguarda il tracciato è in ottime condizioni, un po’ più difficile l’ultima curva ma è per questo che tanti si stanno spingendo al limite. E’ per questo che ci sono state molte cadute, anche per i saliscendi, è facile commettere errori.” 

“Non è stato bello far vedere le immagini di Martin”


Parlando nello specifico dell’incidente di Jorge Martin di stamattina Fabio dice: “L’ho visto dal box quando mancavano 4’ minuti alla fine ed eravamo tutti in pieno “time attack mode”. Sicuramente non è stata una notizia positiva per la famiglia. Per me non è stata una bella idea mostrare le immagini, lo abbiamo visto per terra. Sono immagini non belle da vedere per noi, per il pubblico a casa ma soprattutto per la famiglia perché non sanno come noi in pista immediatamente se il pilota sta bene.”

“E’ facile abituarsi a vederci insieme in conferenza stampa”


Il pilota Yamaha parla poi del momentum francese in MotoGP con lui e Johann per la seconda volta insieme in conferenza stampa. “E’ facile abituarsi ad essere qui insieme in conferenza stampa, lo siamo stati anche in Qatar nella conferenza stampa post gara. Penso che sia una cosa molto bella e credo che anche per Johann lo sia, è fantastico essere in prima fila ed è bello vedere piloti francesi che sono in testa in MotoGP. E’ fantastico per il nostro paese.”

Qualifiche MotoGP Portogallo, Zarco: “Stress post caduta, ma mi sono calmato”

“Era tanto che non mi sentivo così a mio agio sulla moto”


In Qatar ero non preoccupato ma insicuro su come si sarebbe comportata la moto. Lì poi ha funzionato, ma qui ho trovato le stesse sensazioni che avevo con la moto del 2019 rispetto a quella del 2020. Era tantissimo che non mi sentivo a mio agio sulla moto - commenta il francese che poi aggiunge - Oggi il feeling con la moto era buonissimo e ciò significa che tutto sta funzionando bene.”

Fabio chiude parlando della differenza della moto 2021 rispetto alla 2020: “L’anno scorso il comportamento della moto era molto incerto quando entravamo in curva, quest’anno invece quando c’è da fare una curva posso continuare a spingere e mi sento più a mio agio quando devo trovare il limite della moto. Anche in Qatar l’ho sentito.”

La sensazione è quella di capire quando si dà gas se si cade oppure no. E’ questione di capire la moto, ma quest’anno posso dire di sentirmi molto più a mio agio rispetto allo scorso anno. E’ per questo che sono contento del risultato di oggi.”