Due settimane dopo il GP di Portogallo, il circus del Mondiale si prepara a disputare il quarto appuntamento stagionale sul circuito di Jerez, in Spagna (ecco gli orari tv). Presente in calendario dal 1987, si tratta di una pista dove finora Ducati ha raccolto solo una vittoria, con Loris Capirossi nel 2006. I due piloti attuali, Francesco Bagnaia e Jack Miller, questo fine settimana proveranno ad aumentare il bottino della Casa di Borgo Panigale.

Sulla scia positiva


Il piemontese è stato protagonista di un ottimo inizio di stagione e arriva determinato a stare di nuovo davanti: “Dopo il secondo posto conquistato nell’ultimo appuntamento di Portimão, dove nel 2020 avevo sofferto molto, arrivo al GP di Spagna carico”.

I ricordi sono buoni: “Lo scorso anno ero stato molto competitivo a Jerez e quest’anno sento di poter essere ancora più forte anche se, ovviamente, bisognerà vedere come si svilupperà questo fine settimana. Mi sento molto a mio agio con la squadra e stiamo facendo davvero un ottimo lavoro assieme”.

MotoGP Spagna, Bagnaia formato vittoria: erede di Capirossi a Jerez?

Miller è fiducioso


Dopo l’operazione all’avambraccio destro per sindrome compartimentale e la caduta in Portogallo, l’australiano ha detto: “Sono davvero molto entusiasta di tornare a correre a Jerez, una pista dove lo scorso anno ero stato molto competitivo chiudendo quarto nel GP di Spagna”.

Il suo bilancio del 2021 finora non è dei migliori : “Le prime gare sono state piuttosto difficili, ma il mio feeling con la Desmosedici è ottimo e dopo l’operazione all’avambraccio destro non ho più avuto problemi. Sento perciò di essere nella condizione di poter disputare una buona gara domenica”.

GP Spagna, da 286 km/h a 84 km/h in 4,5 secondi