MotoGP, il lungo anno di Marquez: dalla rottura con Lucia al ritorno a Jerez

MotoGP, il lungo anno di Marquez: dalla rottura con Lucia al ritorno a Jerez

E' stato un anno difficile per il pilota spagnolo del Team Honda che in questo weekend si troverà ad affrontare il tracciato dove l'anno scorso è caduto rompendosi l'omero

2020-2021: quanto un anno può stravolgere una vita? Alla vigilia del GP di Jerez, dove l'anno scorso Marc Marquez è stato fautore di un incidente che lo ha portato a dover dire “addio” ad un'intera stagione, ripercorriamo tutti gli eventi che sono accaduti. Dalla fine della relazione con Lucia Rivera Romero, all'incidente di Jerez, fino ad arrivare al lungo recupero e al ritorno in pista.

La rottura con la fidanzata in piena pandemia


Quali pensieri passeranno per la testa di Marc Marquez alla vigilia del GP di Spagna? L'anno scorso il circuito di Jerez è stato il primo che ha accolto i piloti per l'inizio della nuova stagione slittata da marzo a luglio a causa della pandemia. Marquez arrivava da un 2019 in cui era diventato campione del mondo per l'ottava volta, in più stava attraversando un periodo felice anche in amore. Al suo fianco aveva la bella Lucia Rivera Romero, modella spagnola e figlia di Bianca Romero. La relazione tra i due andava a gonfie vele e in più occasioni lei era stata anche in circuito durante i weekend di gara per sostenere Marc. Poi, nel marzo 2020, in piena pandemia, la rottura. Da lì poche notizie: lui non ha mai detto niente al riguardo, cancellando tutte le foto social che li ritraevano insieme. Lei, invece, aveva detto di soffrire molto per la “rottura” tanto da chiedere ai suoi followers sui social di non farle più domande sulla storia con Marc.

Lucia Rivera su Marquez: “Non mi importa se ha un'altra”

E poi la rottura dell'omero...


Dalla rottura con la fidanzata, alla rottura dell'omero, il passo è stato breve fin troppo: il Covid-19 ha permesso ai piloti del Motomondiale di tornare in pista soltanto il 19 luglio 2020, con il primo Gran Premio della stagione che si è svolto a Jerez. Marquez era senza dubbio uno dei favoriti: ripartiva favorito per il titolo, così come per quella gara. Pista spagnola che conosce alla perfezione e che dal 2013 gli ha regalato 3 vittorie e tre secondi posti. Da quando è arrivato in MotoGP, praticamente, non è mai sceso da quel podio. Poi il 2020: in griglia scattava terzo ma preso dalla foga di portarsi in testa, incappò in una scivolata. Risalito in sella ma praticamente in fondo al gruppo fu fautore di una rimonta strepitosa. Avrebbe potuto senz'altro vincere o almeno arrivare a podio, ma qualcosa andò storto e il pilota Honda cadde con la gomma della moto che gli andò a spezzare l'omero del braccio destro.

MotoGP orari TV GP Spagna: in diretta su SKY, DAZN e TV8 la gara a Jerez

Un anno dopo ancora a Jerez


Da lì il calvario: tre operazioni e una riabilitazione lenta che lo hanno portato a restare fuori dalle gare per nove lunghissimi mesi. Fino al rientro in pista nel GP del Portogallo, il terzo di questa stagione 2021. Questo weekend, quindi, Marquez si troverà a dover affrontare il suo ostacolo più grande. Tornare in pista sul tracciato che tanto amava ma anche lo stesso che gli ha provocato l' incidente e fatto rischiare la carriera. Cosa proverà in sella alla sua RC213V quando si troverà di nuovo a dover affrontare la curva che lo ha visto finire a terra nel 2020?

Il campione spagnolo ha detto che affronterà la gara con gli stessi obiettivi di quella del Portogallo, ovvero senza forzare troppo e con l'idea di portare a conclusione il weekend al meglio delle sue possibilità. Insomma, in un anno può cambiare davvero molto, e per Marquez dopo un 2020 di “cadute”, speriamo che il 2021 possa essere quello della “rinascita”.

MotoGP: una Rodriguez nel cuore di Iannone, è la grid girl Carmen

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi