Il francese del Team Yamaha continua a mietere risultati: sul tracciato di Jerez è andato a firmare la pole position con il giro veloce fatto registrare in 1:36.755. Competitivo fin dalle prime prove libere del venerdì, anche nella giornata di oggi ha dimostrato che sul tracciato andaluso non ha eguali. Del resto, nel 2020, era stato fautore di due vittorie nelle due gare di Jerez. Domani arriverà anche la terza?

“Il vento oggi era forte”


“Rispetto al Portogallo – ha detto Quartararo in conferenza stampa – è andata decisamente meglio. Oggi le condizioni erano abbastanza strane, mi aspettavo dei giri più veloci in mattinata, mentre nelle qualifiche c'era parecchio vento, in diversi punti del circuito. Nelle curve veloci non era facile gestire la moto. Comunque la cosa più importante oggi era riuscire a stare davanti e ce l'abbiamo fatta. In più nelle FP4 è andata molto bene, abbiamo provato diverse soluzioni per le gomme, mi sento un po' meglio con le medie. Il passo non sembra male, quindi nel complesso sono contento”.

MotoGP Spagna: chi vincerà la gara a Jerez? - SONDAGGIO

Pista amica ma avversari temibili


Jerez, come ha già dimostrato il francese nella passata stagione, è un tracciato a lui molto congeniale, ma domani in griglia di partenza avrà degli avversari davvero tosti: “Domani in gara non sarà facile – ha aggiunto – ma faremo del nostro meglio per stare davanti. Non soltanto Miller e Morbidelli potrebbero essere un problema, ma anche i piloti in seconda fila sono veloci. Cercheremo di fare del nostro meglio, abbiamo il passo per lottare per podio e vittoria, però dobbiamo riuscire a fare un passo dopo l'altro e tutti giusti. Andrà tenuto in considerazione il decadimento delle gomme perchè la gara sarà molto lunga”.

MotoGP orari TV GP Spagna: in diretta su SKY, DAZN e TV8 la gara a Jerez