Le qualifiche del Gran Premio di Spagna a Jerez de la Frontera si sono concluse con un'ottima seconda posizione alle spalle del poleman Fabio Quartarato per Franco Morbidelli, nonostante sia stato costretto a passare dalla Q1 prima di potersi giocare la pole position, a causa della cancellazione di ben due giri nelle FP3.

"Ho saputo che avrei dovuto disputare la Q1 soltanto un attimo prima delle FP4", ha raccontato il numero 21 in conferenza stampa. "Nelle FP3 della mattina ero davvero al limite e nei miei giri migliori, seppur di poco, sono uscito di pista e i miei giri sono stati cancellati. Quell' episodio ha cambiato tutti i nostri piani, perchè non avevamo gomme a sufficienza e non è stato facile accedere alla Q2".

MotoGP Spagna, Bagnaia: "Serve più trazione per stare con le Yamaha"

"Avevo molta pressione addosso"


La Q1 è stata una una sfida in più per Franco: "Dover passare dalla Q1 non è mai facile. Avevo molta pressione addosso, perchè i piloti sono tutti molto vicini e il livello è davvero alto, perciò ho dovuto dare tutto ciò che avevo per riuscire ad ottenere un posto che mi consentisse di accedere alla Q2, altrimenti sarebbe stato quasi impossibile rimontare dal fondo della griglia".

L'ottimo risultato in qualifica, comunque, ha reso Morbidelli fiducioso in vista della gara: "Partire dalla prima fila mi dà grande fiducia in vista della gara, perchè il nostro passo è uno dei migliori e avere la pista libera davanti a me mi permetterà di lottare con i migliori per ottenere un buon risultato in quella che per noi è una pista favorevole in cui non si percepisce un grande divario tecnico rispetto alle altre moto".

MotoGP Spagna, Zarco: "Sarà importante non fare scappare la Yamaha"