Grande giornata per Ducati a Jerez: vittoria per Jack Miller, Pecco Bagnaia secondo in gara e in testa alla classifica piloti. La stagione è appena iniziata, ma a Borgo Panigale possono sorridere per come è iniziato il nuovo corso Rosso.

Parola chiave: gestione


“Oggi è stata veramente dura. Sono partito sapendo che davanti tenevano un ritmo al limite, io ho cercato di gestire un po’”, ha raccontato Bagnaia ai microfoni di Sky. “Nella prima fase della gara non volevo consumare la gomma: sono partito con calma e ho spinto solo dopo 3-4 giri. Una buona strategia, ma che non mi ha permesso di lottare con Miller”.

“A quel punto ho iniziato a spingere, ho sorpassato prima Aleix Espargaro e poi Franco Morbidelli”, continua il piemontese. “Negli ultimi giri ho provato a prendere Jack, ma oggi era la sua giornata. Mi sarebbe piaciuto vincere, conoscevo il nostro potenziale, nonostante i primi giri complicati”.

MotoGP Spagna, Parco chiuso gara: il commento dei primi tre piloti

Condizioni al limite


Una volta risalito in seconda posizione, il numero 63 ha provato a riprendere il compagno australiano, ma l’usura delle sue Michelin lo ha costretto ad alzare bandiera bianca.

“Ho provato a vincere, ma a 2 giri dalla fine sentivo l’anteriore al limite, ho dovuto rallentare cercando di rischiare il meno possibile”. Adesso bisogna continuare questo trend positivo anche nei prossimi GP: “Dobbiamo rimanere costanti, concentrati ed essere felici per il risultato di oggi, ottenuto su una pista difficile per noi”.

Il grande sconfitto della giornata è Fabio Quartararo, sprofondato nelle retrovie a causa di alcuni problemi fisici e su cui Bagnaia ha recuperato punti preziosi. “Sapevamo che Jerez è il tempio di Quartararo, qui va velocissimo, la Yamaha ha molta trazione, ma noi abbiamo velocità in rettilineo e arriviamo forte in staccata, riuscendo a staccare nello stesso punto. Forse il nostro bilanciamento è migliore, ma dobbiamo migliorare quando montiamo la gomma nuova (in qualifica, ndr)”, conclude Pecco.

MotoGP Spagna, classifica piloti aggiornata: l'Italia s'è desta con Bagnaia