Jack Miller: voto 10, rifiorito

Era un Gran Premio tremendamente importante per il pilota australiano, poteva essere la svolta positiva o negativa per il prosieguo della stagione. Lui ha dato tutto se stesso per vincere questo gran premio. Grande combattente, ora ci aspettiamo la regolarità.

Francesco Bagnaia: voto 9,5, proprietario

È definitivamente diventato proprietario della sua Ducati, la guida come una bicicletta, pulito ed aggressivo come vuole essere guidata in pista la moto di Borgo Panigale. Bene ha fatto la casa italiana a puntare su di lui. Gli scettici sono serviti.

Franco Morbidelli: voto 9,5, mai domo

Podio insperato, ma podio fortissimamente voluto da un grande pilota a cui hanno fornito una moto della scorsa stagione. Lui sa che sarà praticamente impossibile lottare per il titolo ma state tranquilli lui darà sempre tutto ed anche qualcosa di più.

Takaaki Nakagami: voto 8, indistruttibile

Concludere il Gran Premio ad un tiro dal podio è un risultato straordinario per lui e la sua Honda che non sembra ancora competitiva. Anche se i vertici della Casa giapponese lo hanno ripreso lui ha dichiarato ingenuamente che sì sta usando la moto della scorsa stagione. Onore al merito.

Joan Mir: voto 8, insoddisfatto

Non c’è nulla da fare, se con la Suzuki non parti fra i primi è molto difficile riuscire a superare ed è per questo che il  Campione del Mondo in carica si accontenta di fare punti importanti che gli permettano di giocarsi il titolo. In attesa di tempi migliori.

MotoGP Spagna, problemi in scia per Mir: “Difficile fermare la moto”

Aleix Espargaro: voto 7,5, da record

È la quarta volta consecutiva che il pilota spagnolo si classifica in top ten. È anche il distacco minimo di sempre dal vincitore qui a Jerez, solamente 5 secondi. L’Aprilia ha quasi tutto per essere competitiva. Manca solamente Andrea Dovizioso...

Maverick Vinales: voto 6,5, smarrito

Dopo la vittoria in Qatar lo spagnolo ha ripreso la china discendente della scorsa stagione. C’è veramente qualcosa che frena questo pilota, il cui talento è indiscutibile. Forse è una questione psicologica, ma siamo alle solite.

Johann Zarco: voto 6.5, casinaro

Ha compromesso la gara durante i primi due giri facendo errori di guida. Poi rimontare non era possibile, visto che durante il weekend non era riuscito a trovare un setting soddisfacente. Ci vuole più continuità.

Marc Marquez: voto 7,5, dubbioso

È sicuramente un problema fisico, come era naturale pensare, ma credo che il problema principale sia la sua Honda che sembra una brutta incompiuta. Per la prima volta penso che la Casa giapponese non sappia che strada intraprendere. Per Marc questo è un grande problema.

MotoGP test Jerez, Marquez: “Non ero nelle condizioni di guidare”

Pol Espargaro: voto 6, perso

Francamente non si possono dare tutte le colpe al pilota spagnolo di questa situazione. La Casa giapponese fa la bellezza di quattro sviluppi differenti per i suoi piloti ed il bello è che loro non sanno neppure il materiale dei compagni di squadra. Allucinante.

Miguel Oliveira voto 6, deludente

Dopo i due Gran Premi vinti nella scorsa stagione ci si aspettava francamente qualcosa di più. La mancanza del pneumatico anteriore della scorsa stagione può essere un alibi, ma la Casa austriaca ha perso le concessioni e non può provare come ha sempre fatto in passato. Situazione imbarazzante.

Stefan Bradl: voto 5,5, collaudatore

Non voglio pensare che una gran colpa della situazione in casa Honda sia tutta sua, però il collaudatore della Casa giapponese era lui e forse qualche indicazione poteva darla meglio. Che errore aver lasciato andare via Dani Pedrosa.

Fabio Quartararo: voto 8, malato

Allarme rosso per il francesino. Dolori lancinanti al muscolo della mano destra dovuti all’operazione fatta nel 2019 per la sindrome compartimentale. Se questo non fosse accaduto, molto probabilmente il Gran Premio sarebbe stato suo. Potrebbe essere rioperato.

Danilo Petrucci: voto 5,5, deluso

Non riesce assolutamente a mettersi a posto con la Casa austriaca. Non si capisce se sia per lo pneumatico cambiato o se lui non si trova in questa nuova avventura. Il tempo ci darà la soluzione.

Iker Lecuona: voto 5, un po' di fiato

Un punto in classifica non è un granchè, però la soddisfazione di aver masso dietro Valentino Rossi e Luca Marini è qualcosa che sicuramente lo appaga. Non è una grossa soddisfazione, ma a certi livelli va bene anche così.

Luca Marini: voto 4,5, inconcludente

Si vedeva già dalle prove del fine settimana che le cose non sarebbero andate per il verso giusto, però qualcosa di più si poteva anche immaginare. Luca ci deve mettere una pietra sopra e pensare al prossimo Gran Premio.

Valentino Rossi: voto 4,5, irriconoscibile

Capisco i suoi 42 anni, capisco i problemi di feeling con la moto, capisco che il futuro della VR46 nella MotoGP sia importante, ma non capisco un Valentino Rossi così. Sono mortificato.

Tito Rabat: voto 4,5, sostituto

È chiaramente lo stesso pilota che ha lasciato la scorsa stagione e non si poteva pretendere di più. Ancora un Gran Premio e poi ritornerà Martin. Per la gioia della Pramac.

Lorenzo Savadori: voto 4, impalpabile

Sembrava un po' meglio del solito, ma un problema di pressione degli pneumatici lo ha frenato in parte. Francamente ci si aspettava qualcosa di più da un giovane come lui.

Alex Rins: voto 4, altro errore

Benedetto ragazzo ma lo vuoi capire vhe la Suzuki la devi guidare come lei vuole? Dovrebbe imparare dal suo compagno di squadra che per ora si accontente di quello che gli fornisce la casa giapponese. Mi sa che il titolo mondiale sia una chimera

Brad Binder: voto 4, ripetitivo

Voleva spaccare il mondo, ma alla fine è caduto due volte ed è un po troppo in un Gran Premio. Peccato perché le prove del fine settimana non erano andate niente male. Troppa foga.

Enea Bastianini: voto 6, ad altezza Marc

Avrebbe meritato di più se non fosse incappato in una caduta per un suo errore. Stava lottando con Marquez e girava con i tempi dei primi dieci. Peccato perchè poteva essere una gara interessante. È nel processo di crescita.

Alex Marquez: voto NC, colpevole

Che dire di un pilota che non finisce il primo giro per un errore? Paga anche il caos tecnico e le scelte della Honda.