L’azienda nata dall’esperienza del nove volte iridato, la VR46 Riders Academy, si unisce ancora di più alla FMI. Da anni, infatti, Federmoto e l’Academy collaborano a stretto contatto nella ricerca e nella crescita di giovani talenti, che dopo i primi Campionati passano al CIV (questo weekend è previsto l'appuntamento a Misano) per poi arrivare al Mondiale, grazie alla VR e alle altre strutture impegnate.

Un passaggio importante


Questa collaborazione riguarda anche allenamenti comuni tra i Pata Talenti Azzurri FMI e i piloti della VR. Un legame che è sempre più stretto, tanto che adesso i piloti della VR46 Riders Academy impegnati nelle varie categorie del Mondiale avranno impresso sulla loro tuta il logo FMI.
Stiamo parlando quindi di Andrea Migno e Niccolò Antonelli in Moto3, Marco Bezzecchi, Celestino Vietti Ramus e Stefano Manzi in Moto2, e di Franco Morbidelli, Francesco Bagnaia e Luca Marini in MotoGP, oltre allo stesso Valentino Rossi.

Giovanni Copioli, Presidente FMI, ha dichiarato: “Sono davvero entusiasta per essere riuscito a concretizzare questo progetto. È un importante gesto significativo il fatto che il logo FMI compaia sulle tute dei protagonisti italiani nel Mondiale, e siamo davvero felici che un’eccellenza come la VR46 Riders Academy abbia risposto positivamente e partecipato attivamente alla cosa”.

È un passo avanti di tutto rilievo e Copioli ammette: “Per tutti sarà un’emozione vedere il logo FMI indossato e portato in pista dai Campioni della VR. Ancor più emozionante sarà vederlo sulla tuta di un Campione unico nel suo genere come Valentino". E infine i ringraziamenti: “Voglio ringraziare lui e tutta la struttura della VR, a cominciare da Alessio Salucci e Alberto Tebaldi, per la collaborazione che da anni portiamo avanti. Solo proseguendo a fare sistema potremmo continuare a far crescere il motociclismo italiano. E a far risuonare sempre più spesso l’inno di Mameli sul podio delle varie categorie del Mondiale“.

MotoGP Francia, Rossi: "Miglioramenti nei test, mi aspetto più velocità"