Si è aperto nel segno dell'asfalto bagnato, come da previsioni, il weekend del Granpremio di Francia. Per tutti, ad inizio turno, sono state montate le gomme “rain”, ma nel corso del tempo a disposizione man mano che la pista è andata ad asciugarsi, qualcuno ha deciso di montare anche le “slick”. La Francia, si è presentata anche con temperature basse che non hanno facilitato i piloti.

Detto questo, i giri veloci non sono mancanti e su tutti Jack Miller è stato il rainman delle FP1, decidendo di scendere in pista con le gomme “slick” e firmando il tempo in 1:38.007. Tempo che nessuno è riuscito ad eguagliare dato che proprio sul finale di turno è riniziato a piovere.

Guarda la MotoGP live su DAZN. Attiva Ora

Strategia fortunata per Miller


La strategia messa in atto dall'australiano Miller, in sella alla Ducati, è stata la migliore: Jack ha dimostrato da subito di essere veloce ma, per beffare gli avversari ha deciso, quando l'asfalto sembrava quasi asciutto, di scendere in pista con le gomme “slick”. Il time attack è andato decisamente a segno dando un distacco a Johann Zarco di oltre un secondo. Miller è stato baciato anche dalla fortuna, in quanto un attimo dopo aver fatto il giro veloce è riniziato a piovere e nessuno è riuscito ad eguagliare il suo tempo.

Top ten con volti nuovi


Non da meno, però, sono stati gli altri piloti che non si sono risparmiati in queste FP1 e nonostante le condizioni meteo avverse i giri veloci sono fioccati per tutto il corso del turno: con un secondo e quattro di distacco Johann Zarco, in sella a Ducati, è riuscito a firmare il secondo miglior tempo davanti al pilota della Suzuki Joan Mir (+2,062). Il maiorchino nel corso del turno ha avuto un problema tecnico alla moto tanto che ha dovuto fermarsi. L'asfalto bagnato è andato sicuramente a facilitare i piloti Honda Factory in quanto Pol Espargarò è riuscito a fare il quarto miglior tempo a +2,108 e Marc Marquez, ancora in fase di recupero dopo il lungo infortunio al braccio, il quinto a +2,114 dalla vetta.

Come spesso accadde, la pioggia ha portato un po' di scompiglio anche tra i piloti più patinati a favore di quelli che invece non vediamo spesso in top ten: è il caso del pilota Aprilia Lorenzo Savadori che si è portato al sesto posto della classifica delle FP1 (+2,237) seguito dal pilota Ducati Francesco Bagnaia (+2,249), e da un terzetto composto da Miguel Oliveira, Alex Rins e Aleix Espargarò.

E le Yamaha?


Tra i piloti che invece sono rimasti fuori dalla top ten, tanti volti noti che dovranno recuperare nelle prossime libere. Tra tutti i piloti Yamaha che sembrano essere “allergici” alla pioggia: in 12esima, 13esima e 14esima posizione troviamo al momento Vinales, Morbidelli e Rossi, mentre Fabio Quartararo non è riuscito ad andare più in là del 16esimo tempo.

La classifica


Calendario MotoGP 2021: fuori la Finlandia, raddoppia l’Austria