Si è chiusa nel migliore dei modi per Johann Zarco la prima giornata di prove libere in terra francese. Il pilota Ducati Pramac che a Le Mans “gioca in casa”, è riuscito a firmare il best lap delle FP2 in 1:31.747. Nel pomeriggio l'asfalto del tracciato si è asciugato e, nonostante le temperature basse, Zarco è stato il migliore ad adattarsi a queste condizioni.

Un venerdì da leoni


“Da stamani è andato tutto migliorando - ha detto il francese a Sky Sport MotoGP -. La pista è andata man mano asciugando, sono delle condizioni che mi piacciono tanto. A ciò, mi ha aiutato rimanere tranquillo, ma anche riuscire ad andare molto veloce. Questo pomeriggio inizialmente avevo qualche dubbio perchè entrare con le gomme slick fa si che tutti riescano a girare da subito veloci. Anche io ero nel gioco e sono contento che sia andata molto bene”.

Le condizioni a Le Mans sono però imprevedibili e sembra che anche domani possa piovere: “Sarebbe interessante - ha proseguito Zarco - avere una sessione completamente bagnata, con pioggia in quanto sono altri riferimenti che potrebbero tornarci utili. Avrei bisogno di qualche giro in più per essere sicuro di me stesso in quelle condizioni ma posso dire che almeno ho un tempo buono fatto oggi pomeriggio in caso di pioggia domani. Mi tornerà utile per la qualifica”.

Guarda il GP di Francia live su DAZN. Attiva Ora

Ironia su Fabio Quartararo


Johann è riuscito a strappare il giro più veloce della giornata all'altro francese Fabio Quartararo, riuscito a rimanere in testa per gran parte del turno e beffato di un decimo, sul finale: “Al secondo run sono uscito con lui - ha detto il pilota Pramac con ironia - e visto che aveva fatto subito un tempo velocissimo al primo run ho pensato di seguirlo così poteva aiutarmi, ma non ha voluto. Quindi si, è francese come me, ma in pista c'è un po' di sfida”.

Obiettivi futuri


Infine su quella che potrebbe essere una bella stagione per il francese visti i risultati di questo inizio campionato: “Sarebbe bello e ci vorrebbe. – ha concluso – E' vero che questa pista è buona per le Ducati e io posso avere un extra di energia, ma anche nel prossimo GP del Mugello sarà un pista Ducati e sono curioso perchè non ho mai girato con questa Ducati al Mugello. Sono partito bene e se non voglio perdere il filo sarà bene che ottenga risultati anche nelle prossime tre gare. Sarebbe bello che Ducati quest'anno riuscisse a vincere il titolo piloti”.

Calendario MotoGP 2021: fuori la Finlandia, raddoppia l’Austria