Marc Marquez non aveva nascosto il suo desiderio di correre una gara bagnata, e quando l’occasione si è palesata non si è fatto attendere. Poi però il sogno si è trasformato in incubo, con una doppia caduta che lo ha costretto a lasciare Le Mans con zero punti all’attiva, ed una notevole quantità di comprensibile rammarico.

“E’ chiaro che oggi ho buttato al vento l’opportunità che il meteo mi aveva concesso – ammette Marc – e la cosa mi dispiace. Sapevo che se fossi stato paziente nei primi giri la gara avrebbe potuto riservarmi delle belle sorprese, ma purtroppo sono caduto in maniera inaspettata. Non stavo spingendo particolarmente, ma in gare con il flag to flag può succedere: il lato positivo è che dopo la caduta sono tornato in sella, riuscendo ad essere tra i più veloci in pista, salvo poi cadere di nuovo. La seconda caduta mi dispiace di più, dato che non era necessaria. Ho pensato troppo alla guida, tanto che volevo rimettere le slick, e poco alle condizioni della pista”.

Marc continua a rimuginare su quanto accaduto, rilevando come avesse anche indovinato la scelta della gomma media da bagnato.

“Ho scelto la media perché la gara è andata come pensavo, ossia con uno scroscio di pioggia e una conseguente asciugatura della pista: una condizione in cui la media rende di più. Di conseguenza la gara si era sviluppata bene, ma poi sono caduto in maniera inaspettata”.

Guarda la MotoGP live su DAZN. Attiva Ora

Marquez: “Ho fatto un passo avanti”


Tralasciando il risultato odierno, il numero 93 può consolarsi con i progressi messi in mostra, che lo hanno portato a rischiare di più rispetto alle ultime uscite.

“Ho dimostrato che la velocità non mi manca, specie in condizioni dove le mie limitazioni fisiche incidono meno. L’errore tutto sommato fa parte del mio processo di recupero: oggi ho intravisto la possibilità di cogliere un grande risultato, così ho spinto, ma purtroppo sono caduto. Sono convinto di aver fatto un passo avanti nel corso del weekend, anche se non ho colto l’occasione”.

Il prossimo passo per Marc è ovviamente il ritorno a casa, con qualche dubbio e tanta voglia di recuperare le forze in vista del Mugello.

“Ora non resta che tornare a casa e riprendere gli allenamenti, per migliorare ulteriormente la mia condizione fisica. Per il futuro sono curioso di capire come potrò gestire le gare consecutive, cosa che sinceramente al momento non so prevedere”.

MotoGP Francia, Morbidelli: “Ginocchio da operare, ma vorrei evitarlo”