“Valentino Rossi non tornerà più quello di prima”. Con questa dichiarazione lapidaria si è espresso Max Biaggi a RTL 102,5 dopo aver visto la quinta prestazione in gara del nove volte iridato. A Le Mans il pesarese ha visto la bandiera a scacchi solo in undicesima posizione e questa ha rappresentato la sua seconda gara, su cinque, in cui quest’anno è andato a punti. La situazione è piuttosto critica.

L'età, fattore imprescindibile



Andando più nel dettaglio Biaggi ha spiegato: “Valentino a Le Mans ha chiuso vicino ai 10 e questo vuol dire che forse ha risolto alcuni suoi problemi, oppure le caratteristiche della pista gli erano più favorevoli. Ma lui non è il Rossi di sempre”.

Dalle classi minori sono arrivati costantemente altri piloti e a questo punto l’età è un fattore importante secondo Biaggi: Ci sono molti piloti giovani e veloci, tutti separati tra loro da pochi decimi. In un momento ti puoi trovare da primo a ottavo. La MotoGP è diventata un campionato impressionante. Nello sport quella freschezza della gioventù è quasi sempre fondamentale. È un valore incalcolabile. Rossi ha compiuti 42 anni a febbraio e tra poco dovrà pensare al suo futuro, se vale la pena continuare o se dovrà appendere, definitivamente, il casco al chiodo.

MotoGP: Vinales non convince, sarà un altro anno di passione?