Il venerdì del Gran Premio d'Italia al Mugello ha visto un grande Francesco Bagnaia chiudere davanti a tutti la seconda sessione di prove libere in sella alla Ducati ufficiale, facendo registrare un ottimo tempo sul giro singolo, risultando performante anche in ottica gara.

All'inizio della FP2 ho effettuato un long run da 17 giri con la gomma usata della mattina e ho tenuto un ottimo passo, costante e molto competitivo, perciò sono soddisfatto, così come lo sono dell'ottimo tempo che ho fatto a fine sessione, perchè è il mio best lap di sempre qui al Mugello”, racconta un Pecco sorridente poco dopo la fine delle Libere 2.

Moto2 GP Italia, FP2: Sam Lowes chiude il venerdì davanti a tutti

“Con la gomma media riesco ad essere costante”


Pensando già in ottica gara, il pilota di Chivasso ha anche effettuato alcune prove per capire quale possa essere la miglior gomma da utilizzare: “Ho tentato qualche passaggio con la mescola soft al posteriore, ma dopo aver preso un grosso rischio all'Arrabbiata 2, ho preferito rientrare e scartare questa opzione. Ho visto che invece con la media è più facile essere costanti con un ritmo veloce, anche se dobbiamo fare un ulteriore step”.

Moto3 GP Italia, FP2: Binder domina il venerdì al Mugello davanti a Foggia

“Ho detto a mio papà di pensare prima al suo team”


Questo fine settimana è presente nel paddock anche il padre di Pecco, Pietro Bagnaia, team manager del team Bardahl VR46 Riders Academy impegnato con Surra e Bartolini (grandi protagonisti del CIV) in veste di wild card in Moto3.

Ho detto a mio padre di pensare prima di tutto al lavoro da svolgere con il suo team anziché venirmi a vedere a bordo pista, visto che è il suo primo fine settimana da team manager in una gara mondiale. Però gli ho concesso di guardarmi un po' dopo le FP2 della Moto3 una volta finito di fare tutto ciò che doveva”, scherza il numero 63.

MotoGP Italia: chi vincerà la gara al Mugello? - SONDAGGIO