Il venerdi di prove libere appena concluso al Mugello ha certificato uno scenario che pare ormai sempre più evidente: lo scontro Yamaha-Ducati, delineatosi nelle ultime gare e nella classifica iridata, dove Fabio Quartararo comanda il gruppo, con un punto di vantaggio su Francesco Bagnaia. Ad avere la meglio in questa prima giornata del GP d'Italia è stato proprio un super "Pecco", che si è piazzato al primo posto davanti ad Alex Rins ed alle due Yamaha di Franco Morbidelli e Quartararo.

Ma in quello che potrebbe facilmente tramutarsi in uno nuovo scontro per la vittoria tra la Casa di Borgo Panigale e quella di Iwata, occhio a dare per spacciato il 22enne di Nizza: la M1 va forte sul circuito toscano, come dimostrano il quarto crono finale e un passo gara da Top 3.

Sensazioni positive per Quartararo al termine della giornata di prove


Al termine della giornata di prove, il pilota transalpino del team ufficiale Yamaha si dice soddisfatto del lavoro compiuto ai box. Dalle sue parole s'intravedono fiducia e ottimismo per una gara che può vederlo come protagonista.

A fine giornata il 22enne spiega su cosa si è incentrato il suo lavoro di oggi, che nel pomeriggio gli ha permesso di migliorare con la gomma media (possibile mescola per la gara), soprattutto grazie al lavoro di setting compiuto sulla moto. "Questa mattina la gomma media non è andata bene, è stato un pò strano, nel pomeriggio ho riprovato la stessa gomma e sono andato meglio, sono molto contento. In generale sono soddisfatto della giornata di oggi, siamo tutti vicini, 17 piloti in un secondo, divertente!", commenta il pilota francese ai microfoni di Sky Sport MotoGP.

Con solo due decimi a separare "El Diablo" dal primo tempo di "Pecco" Bagnaia, sarà fondamentale il lavoro ai box nelle FP3, per trovare ancora un pò di trazione al posteriore e qualche altro decimo sul passo gara.

VOTA IL SONDAGGIO: MotoGP Italia, chi vincerà la gara al Mugello?