Ennesima qualifica da dimenticare per Valentino Rossi, che scatterà dalla 19esima casella al via del GP Italia. Il Mugello, circuito che una volta era un autentico terreno di caccia per il 46, appare adesso ostico e difficile da digerire.

"La mia giornata è stata piuttosto difficile", esordisce Valentino nella consueta conferenza via Zoom. "Non sono stato abbastanza veloce. Ho migliorato il mio passo, nella FP3 ho fatto segnare un buon crono, ero a 9 decimi dal miglior tempo ma in questa MotoGP significa ritrovarsi 18esimo. Dobbiamo trovare qualche decimo per stare con i piloti davanti".

Il momento è difficile e Vale non si nasconde: "I risultati sono importanti in tutti gli sport. Siamo qui per provare a vincere ma quando non arrivano tutto diventa difficile, non ti diverti. Mi aspettavo di soffrire al Mugello perché accadde lo stesso nel 2019, ma adesso dobbiamo provare a fare un passo avanti".

MotoGP Italia, Parco chiuso: i piloti commentano le Qualifiche al Mugello

L'incidente di Dupasquier


Il pensiero del nove volte campione del mondo non può che andare al terribile incidente che ha coinvolto Jason Dupasquier in Moto3.

"Non è facile guardare certe immagini e poi trovare la giusta concentrazione per entrare in pista. In quel momento, per un pilota ci sono due scelte: o scappi dal box, prendi l'auto e torni a casa, oppure vai in pista, resti concentrato e cerchi di dimenticare. Credo che i piloti facciano tutti così".

La dinamica dell'incidente che ha coinvolto lo svizzero, colpito da due piloti che sopraggiungevano, è tra le peggiori che possano capitare in una gara di moto: "Questo è l'aspetto più pericoloso delle corse motociclistiche. Si può lavorare tanto sulle tute, sui caschi, ma rimane comunque pericoloso. Se tutti potessero girare da soli sarebbe più sicuro, ma in gara il problema non verrebbe eliminato. Spero che arrivino buone notizie sulle condizioni di Jason nelle prossime ore".

Il parere su Marquez


A Valentino viene chiesto un parere sulla questione Marc Marquez-Maverick Vinales, con il 93 protagonista di un marcamento a uomo nei confronti del pilota Yamaha durante le qualifiche. "Voi cosa ne pensate?", ribatte ironicamente Rossi ai giornalisti. "Anche io ho visto le immagini. Non è una novità, sapete cosa penso, non vorrei aggiungere altro".

Il Dottore riserva l'ultima battuta al casco speciale portato quest'anno al Mugello, caratterizzato dalla presenza di una mucca: "Prima del GP, di solito, incontro Aldo Drudi a Riccione, andiamo a mangiare insieme e parliamo di tutto. Poi proviamo a tirar fuori qualche buona idea per il casco speciale, decidendo se scegliere qualcosa di stupido, che possa far ridere. Abbiamo pensato alla mucca perché il suo verso è 'Muuuu'... ci sembrava divertente".

Guarda la MotoGP live su DAZN. Attiva Ora