Non è stata una qualifica proprio semplice quella del pilota Petronas Franco Morbidelli che domani scatterà dalla decima casella e dovrà fare una bella rimonta da subito per recuperare Fabio Quartararo e i piloti Ducati che di sicuro saranno velocissimi.

Situazione non facile sotto molti aspetti


“La decima posizione sarà difficile come punto di partenza per la gara - ha commentato Franco -. Non sarà una domenica facile ma cercheremo di lottare”. Detto questo, al Mugello Ducati e Yamaha (ufficiali) sono state davvero velocissime, ma non solo loro. Morbidelli, al contrario è un po' preoccupato per la sua velocità di punta, un tasto dolente: “Sinceramente sono un po' spaventato - ha commentato - perchè oggi ho avuto l'opportunità di sentire la differenza di velocità nel time attack. Sono stato superato da Bagnaia e ho sentito un gran vento che mi colpiva. Mi sono detto 'ok è una Ducati va veloce'. Ma poi nel giro successivo sono stato superato anche da Aleix Espargarò con l'Aprilia che non è una delle moto più veloci, anzi è una delle più lente insieme a me e superandomi ho provato la stessa sensazione di quando mi ha sorpassato la Ducati. Questo quindi mi fa pensare che domani la gara sarà difficile. Vedremo come andrà”.

Franco ha poi aggiunto: “Il set up di domani? Dobbiamo ancora studiarci. La gomma davanti dura mi piace, ma anche con la gomma media mi sono sentito abbastanza bene. Quindi dobbiamo studiare i dati per capire di più sulla gomma davanti, penso che la maggior parte sceglierà la gomma media”.

Qualifiche MotoGP Italia: è pole di Quartararo davanti a Bagnaia

Sull'incidente di Dupasquier


La giornata di oggi è stata però segnata anche dal brutto incidente che ha visto coinvolto il pilota Moto3 Jason Dupasquier: “Penso sia stata una semplice fatalità - ha detto il pilota Petronas - io non ho visto bene l'incidente, ma purtroppo è così che va in Moto3, ma anche in MotoGP e Moto2 soprattutto in alcune piste. E' uno sport pericoloso il nostro. Adesso bisogna capire bene la situazione nella quale è Dupasquier, ma spero che vada tutto bene”.

“Un comportamento non bello da vedere”


Infine, non poteva mancare la domanda sul comportamento di Marquez avuto oggi in Q1 quando è rimasto in scia a Vinales dandogli fastidio nei vari giri lanciati e poi “rubandogli” anche il tempo e lasciandolo fuori dal Q2: “Marc è stato molto furbo, ieri è successo a me nelle FP2 la stessa cosa di quella accaduta a Vinales oggi. Durante il mio time attack Marquez si è attaccato dietro e ho visto che non aveva per niente voglia di staccarsi. Ieri però io sono passato per lo short cut (taglio della pista che permette ai piloti di rientrare prima ai box) e lui non ha fatto in tempo a rientrare. Oggi, con l'esperienza di ieri è stato più pronto ad entrare quando anche Vinales è rientrato. Questo spiega molto la furbizia di Marc”.

Ma si parla di furbizia o comportamento anti-sportivo, incalzano i giornalisti? “Non sta a me giudicare se è un comportamento anti sportivo o no - ha concluso Morbidelli - sicuramente un comportamento che per adesso lo Steward Panel permette, non è un comportamento bello da vedere da un otto volte campione del mondo, al momento è però permesso e lui lo fa. Non c'è niente da recriminare a questo”.

Orari TV MotoGP Italia: in diretta su Sky, DAZN e TV8 la gara al Mugello