Tra le note liete della prima giornata di prove in quel di Barcellona c’è senza dubbio Enea Bastianini. Il riminese infatti, dopo la brutta domenica del Mugello, ha strappato l’ottavo tempo nella classifica combinata delle due sessioni odierne, accendendo dunque momentaneamente alla Q2.

Dopo i fatti di domenica scorsa mi serviva partire con il piede giusto - conferma Enea - e la cosa mi rende molto felice. Finalmente sono riuscito a fare un venerdì di buon livello, a differenza delle precedenti gare disputate sinora. Già dalle FP1 mi sono trovato in una buona posizione, ed in FP2 le cose sono migliorate, nonostante un time attack non perfetto: sin da stamattina ho sentito delle buone sensazioni in sella, ed ogni giorno che passo sulla Ducati imparo qualcosa”.

Enea è consapevole di aver compiuto solo un piccolo passo, e non nasconde la sua voglia di progredire, riuscendo ad essere sempre rapido sin da subito.

“E’ il momento di dimostrare le mie doti sin da subito, perché in caso contrario sono sempre costretto a fare delle brutte qualifiche ed a partire nelle retrovie. La domenica spesso sono riuscito a fare delle belle gare, ma partendo sempre 18° o 19° non è facile, e vorrei iniziare a stare davanti sin da subito”.

Bastianini: “Felice di proseguire con Ducati”


Il pensiero di Bastianini corre poi a domani, dove già in FP3 servirà nuovamente tirare fuori le unghie, per difendere il suo posto in Q2.

“Certamente il tempo di oggi non mi basterà per entrare in Q2, quindi spero di fare un ulteriore passo avanti. Barcellona è una delle mie piste preferite, anche se quest’anno l’aderenza è minore rispetto al passato. La potenza delle MotoGP si avverte non poco qui, il che emozionante. Le gomme? Non sarà facile scegliere quella giusta per la gara, dato che le opzioni non mancano”.

Il riminese infine apre una piccola parentesi sul futuro, che lo vede prossimo al matrimonio con il team Gresini, il quale pare più che indirizzato verso la Ducati.

“Ero già abbastanza tranquillo prima di oggi, dato che ho ricevuto dei pareri confortanti. Sono contento di proseguire con Ducati, anche se non si può dire nulla fino a quando il team Gresini non firma il contratto”.

GP Catalogna, Rossi: “Le modifiche nelle FP2 hanno peggiorato la situazione”