Non è stato un grande pomeriggio quello di Francesco Bagnaia a Barcellona, soltanto nono al termine delle qualifiche del GP Catalogna. Un turno complicato, in cui il piemontese ha subìto la cancellazione di un giro cronometrato per non aver rispettato i limiti del tracciato, costringendolo a spingere fino all'ultimo secondo prima della bandiera a scacchi.

MotoGP Catalogna, Marquez: “Il traino di Miller? Riferimento per me essenziale”

Qualifiche difficili


“Dopo un inizio di giornata positivo, questo pomeriggio non mi sono piaciuto molto", ha ammesso Bagnaia dopo la Q2, turno nel quale non è riuscito a confermare quanto mostrato nel corso della FP3.

Il portacolori Ducati ha dovuto fronteggiare un nemico insaspettato, ovvero il vento che ha condizionato le sessioni pomeridiane. "Sia nella FP3 che in qualifica il vento mi ha un po’ infastidito. Nonostante ciò, questa mattina il nostro ritmo era buono, quindi resto fiducioso in vista della gara di domani".

"La partenza sarà cruciale"


Partire così indietro, nella MotoGP attuale, può rappresentare un gap molto importante, quasi incolmabile se il poleman Fabio Quartararo dovesse prendere subito il largo.

"L’obiettivo per domani sarà riuscire a fare una buona partenza per recuperare subito posizioni", ha raccontato il numero 63. La gestione delle Michelin sarà fondamentale per portare a casa il risultato: "Sarà una gara molto lunga e bisognerà gestire bene le gomme per poter essere competitivi anche negli ultimi giri”.

MotoGP Catalogna, Rossi: "Quando sbaglio io dicono che dovrei ritirarmi..."