C’erano tanti tifosi per lui sugli spalti di Barcellona, e Johann Zarco non lo ha traditi. Il francese infatti ha conquistato un’ottima seconda piazza, risultando il miglior pilota Ducati al traguardo, e guadagnando qualche punto su Fabio Quartararo.

“E’ stata una gara bellissima. E’ vero che ho perso la perso la vittoria per poco – analizza Johann - ma ho conquistato 20 punti importanti per il podio. Ho perso un po’ di tempo all’inizio, ma poi restando concentrato sono riuscito a risalire, il che mi rende molto contento. La vittoria arriverà quando tutto sarà ancora più a posto di oggi”.

Zarco: “Attenzione a KTM”


I punti recuperati a Quartararo sono una lezione per Zarco, consapevole di dover sempre raccogliere il massimo, perché nelle corse tutto può succedere.

“Nelle gare possono accadere cose imprevedibili ed impreviste, e Fabio sia oggi che a Jerez (con il problema al braccio ndr) lo ha purtroppo per lui dimostrato. Guadagnare punti in questi momenti per me è fondamentale, così come l’essere riuscito a restare con Fabio e gli altri per tutta la gara”.

In ultima istanza il francese di casa Ducati fa un piccolo raffronto con quanto accaduto al Mugello, e sottolinea l’ottima prova della KTM.

“Su questa pista ho sofferto meno rispetto al Mugello, dato che vi sono meno cambi di direzione. In generale per ogni moto si tratta di trovare il compromesso giusto, che oggi ha trovato KTM. Quest’ultima ha fatto un grosso passo avanti, e potrebbero farne altri, quindi sono da tenere in considerazione”.

MotoGP Catalogna, Bagnaia: “Quartararo? Probabilmente aveva caldo"