Nonostante si sia conclusa anzitempo per una scivolata alla curva 10, la gara del Montmelò è stata tutto sommato positiva per Marc Marquez, che dopo essere scattato dalla 13esima casella in grigli ha dato vita ad una bella rimonta che l'ha portato fino alla lotta per le posizioni a ridosso del podio nonostante le noie fisiche.

Mi spiace per la caduta, ma mi sono divertito in gara”, racconta l'otto volte campione del mondo a fine weekend. “Credo che quelli prima della scivolata siano stati i giri più belli che abbia percorso durante un Gran Premio da quando sono tornato dopo l'infortunio, perchè sono riuscito ad essere veloce e a tenere il ritmo dei migliori, seppur solo per qualche giro”.

MotoGP Catalogna, Quartararo con la tuta slacciata: era da sanzionare?

"La nostra situazione non è semplice"


Il fisico resta però un fattore importante per Marc, non ancora al massimo della forma: “Non ho sentito molto dolore durante la corsa e spero di non accusare noie al braccio nei test di domani, sempre qui a Barcellona, ma penso che nel pomeriggio, dopo tanti chilometri alle spalle, non sarà semplice proseguire con il lavoro”.

Non è mancata poi una battuta sulla Honda, ancora non al livello delle altre moto dal punto di vista della guidabilità: “La situazione non è semplice. La nostra moto ha problemi di grip in accelerazione e facciamo anche molta fatica in inserimento di curva, perchè fermarsi è davvero molto difficile. Sono due problemi molto diversi tra loro e non sarà semplice risolverli velocemente, ma i test serviranno anche e soprattutto per lavorare su queste aree”.

MotoGP Catalogna, Valentino Rossi: “Grandissima occasione persa”