Nella sua consueta rubrica YouTube, Chicho Lorenzo ha analizzato alcuni momenti chiave del Gran Premio disputato dalla MotoGP sul tracciato di Barcellona. Lorenzio Senior ne ha per tutti, in primis per le squadre che hanno protestato contro quanto accaduto in gara a Fabio Quartararo, reo di disputato buona parte della corsa con la tuta aperta.

MotoGP, Lorenzo: “Marquez l'avversario più forte da battere”

La zip di Quartararo


"L'unica spiegazione che posso trovare per quanto successo a Quartararo è che si sia aperta la zip. Abbiamo visto quando si è tolto il paracostole, ma bisogna capire perché lo ha fatto", analizza il maiorchino. Chicho non ha gradito le proteste di chi è andato a lamentarsi in Direzione Gara: "Certamente, mi è sembrato un brutto gesto quello compiuto da parte di chi è andato a protestare".

Maverick Vinales e Miguel Oliveira 


Se Quartararo può consolarsi con la testa del Mondiale, non può fare lo stesso Maverick Vinales, veloce nei test di lunedì ma indietro in gara. L'arrivo di SIlvano Galbusera nel ruolo di capotecnico deve ancora sortire gli effetti sperati: "Quando non c'è pressione, Maverick lavora molto bene. Ma cosa accade? Cosa fai per risolvere il problema? Punti su un altro capotecnico? Ti lamenti per le gomme? Se la Yamaha ha investito così tanto nella moto ed è così entusiasta di farla funzionare, non penserà a stravolgere la situazione”. 

L'ultima battuta riguarda il vincitore di Barcellona, Miguel Oliveira. "Mi ha colpito quando Quartararo lo ha superato, ma lui è rimasto lì nella sua scia hyfinché non lo ha ripreso, superato e se ne è andato. Non c'è niente di più distruttivo a livello psicologico di quando vieni ripreso dal tuo avversario dopo aver provato la fuga. Eppure lui ha resistito", conclude Lorenzo.

MotoGP Italia, Jorge Lorenzo: “Vinsi al Mugello dopo la firma con Honda”