Aumentano gli italiani in MotoGP, nel 2022 infatti Fabio Di Giannantonio sarà in sella alla Ducati con il Team Gresini insieme ad Enea Bastianini. L’annuncio, già nell’aria negli ultimi giorni, è arrivato alla vigilia del GP del Sachsenring, con il pilota romano che al termine della sua terza stagione in Moto2, si aggiungerà al ricco plotone di piloti italiani in top class. Visibilmente emozionato, Di Giannantonio ha espresso tutta la sua contentezza in conferenza stampa, ricordando Fausto Gresini ed elogiando la moto con la quale correrà, la Ducati, la moto dei suoi sogni.

Di Giannantonio sposa Ducati per il 2022: “Sono felicissimo, ora però bisogna restare concentrati”


Il week-end del Sachsenring sarà un GP diverso per Fabio Di Giannantonio, il pilota romano nel 2022 correrà in MotoGP coronando il sogno di battersi con i piloti migliori al mondo, tuttavia la concentrazione per il campionato di Moto2 resta alta: Sono felicissimo di correre in MotoGP l’anno prossimo, vorrei iniziare subito. Girerò finalmente nella top class con i migliori piloti del mondo. Correrò con Ducati, la moto dei miei sogni da quando sono piccolo”.

L’attenzione però deve restare sul campionato in corso: “Ora però dobbiamo restare concentrati, voglio conquistare podi e vittorie in Moto2 per poi arrivare pronto alla MotoGP”. In questo momento così importante della carriera non poteva mancare il ricordo per Fausto Gresini: “Correre in MotoGP nel team Gresini è emozionante, abbiamo deciso di portare avanti il sogno di Fausto, sarebbe orgoglioso di noi visto che stiamo portando avanti il nostro sogno”. Di Giannantonio correrà al fianco di Bastianini: “Sarò in squadra con Enea, con lui siamo nel in questo mondo da quando abbiamo iniziato a correre. Poi dovrò scegliere il numero visto che il 21 che uso in Moto2 è di Morbidelli, potrei usare il 4 ma mi piace anche il 32”.

In questa stagione, Di Giannantonio ha collezionato un podio ed una vittoria, primo trionfo nella classe intermedia nonchè  secondo successo in carriera. Il GP del Sachsenring sarà un’occasione importante per confermare le buone prestazioni di quest’avvio di campionato e per accelerare il procedimento di avvicinamento verso la MotoGP.

MotoGP, Rossi: “VR46? Settimana prossima definiremo moto e piloti”