MotoGP Germania, pagelle: Vinales inspiegabile, Marquez risorto

L'otto volte iridato ha messo fine al suo calvario, ritornando sul gradino più alto del podio, mentre il fratello Alex e Maverick hanno fortemente deluso. Ecco i voti ai piloti dopo la gara al Sachsenring. Siete d'accordo?

22 giugno

Marc Marquez, voto 10 e lode: risorto

Lacrime di gioia come fosse uscito fuori da un incubo senza mai svegliarsi. La sua pista gli ha ridato quello che lui sperava da quando è ritornato dopo un lungo stop. Festa grande anche per il suo team, che lo ha aspettato con tanto amore. In Olanda avremo la controprova.

Miguel Oliveira, voto 10: consolidato

Negli ultimi Gran Premi disputati, una vittoria e due secondi posti, scusate se è poco. La sua moto dopo l’introduzione del nuovo telaio è cambiata radicalmente e lui ha dimostrato le sue reali potenzialità. Peccato l’inizio stagione.

Fabio Quartararo, voto 8,5: riflessivo

Non è il pilota guascone dei primi tempi, ma a mio parere si tratta di una sua scelta perché questa stagione la vuole finire col titolo mondiale in tasca. Probabilmente ha capito che non deve buttare via punti preziosi.

Brad Binder, voto 8: risalente

Anche il pilota sudafricano con il nuovo telaio si è risvegliato di colpo ed è sempre nelle posizioni di riguardo. Ha gestito benissimo gli pneumatici e nel finale girava con i tempi dei primi. Possiede ancora margini di miglioramento.

Francesco Bagnaia, voto 7,5: incavolato

Paga una partenza disastrosa e dopo 5 giri era con i rookies a duellare. Poi improvvisamente si è messo a tirare come un treno ed è risalito sino alla quinta posizione. Un vero peccato, perché il podio era sicuramente alla sua portata.

Jack Miller, voto 7,5: incostante

Siamo sempre alle solite: il suo stile di guida non gli permette di arrivare in fondo con le gomme a posto. Deve assolutamente imparare a gestire meglio gli pneumatici ed acquistare quella regolarità che ancora gli manca.

MotoGP 2021, Ducati: attacco a tre, ma senza prima punta

Aleix Espargaro, voto 7,5: soddisfatto a metà

Ottimo risultato per la casa di Noale, che si conferma moto veloce ed affidabile. Il pilota spagnolo era contento a metà perché gli mancava quel poco per giocarsi anche il terzo gradino del podio. Comunque rispetto al passato un’altra cosa.

Johann Zarco, voto 7: inferiore al previsto

Si vedeva già durante le prove ufficiali che il suo passo non era dei migliori, nonostante avesse centrato una pole position fantastica. In ogni caso, è secondo nella classifica generale del campionato. La cosa più importante.

Joan Mir, voto 6: iriconoscibile

Se anche in questo circuito non è riuscito ad arrivare con i primi vuol dire che i problemi in questo momento sono veramente insormontabili. Non credo sia solamente un problema di pneumatici, c’è sicuramente qualcosa d’altro. Lo capiremo presto.

Pol Espargaro, voto 5,5: anonimo

La vittoria di Marquez ha impietosamente fatto capire la differenza fra lui ed il fenomeno. Poche scuse: quando il compagno di squadra, seppur in condizioni fisiche non perfette, ti dà una paga di questo genere, c’è poco da dire.

Alex Rins, voto 5: irriconoscibile

Avrà pure qualche problema fisico, ma onestamente Alex è francamente un altro pilota rispetto a quello che noi conosciamo. Un campionato mondiale buttato via dopo mezza stagione. Davide Brivio se ci sei, batti un colpo.

Jorge Martin, voto 6,5: rientrante

Ottimo Gran Premio del rookie della Pramac con un weekend ottimo e con una gara ad alti livelli. Non era ancora a posto fisicamente, ma ha fatto vedere di essere pronto per la MotoGP. Aspettiamo conferme.

Takaaki Nakagami, voto 5: giornata storta

Il suo lo fa sempre, anche se questa volta molto meno. Anche il giapponese con l’arrivo di Marquez sembra abbia scaricato le batterie. Ci si aspettava qualcosa di meglio, ma rispetto alla scorsa stagione tanti passi indietro.

Valentino Rossi, voto 5,5: insufficiente

Non credo che il nove volte Campione del Mondo sia soddisfatto di questa posizione, che conferma il momento negativo che dura ormai da tempo. Anche se verso metà gara i suoi tempi non erano assolutamente male. Forza Valentino.

Luca Marini, voto 5,5: lavoratore

Durante le prove ufficiali del weekend lavora tantissimo e spunta anche tempi interessanti, poi in gara fa più fatica a mettersi in luce. Occorre lavorare in questa area. Comunque bravo.

Enea Bastianini, voto 5,5: non sul pezzo

Le voci di mercato hanno sicuramente influito durante tutto il weekend, ma non deve essere una scusante per la gara opaca . La concentrazione è troppo importante per la MotoGP di oggi: occorre reagire in Olanda.

Iker Lecuona, voto 5,5: ritorno al passato

Sembrava leggermente in ripresa, ma qui in Germania è tornato indietro nel tempo. Gara anonima senza uno sprazzo.

Franco Morbidelli, voto 5: impalpabile

Non so neppure se sia giusto dare l’insufficienza a Franco con quello che guida, veramente uno scandalo per un pilota del suo livello. Non so come farà a finire la stagione in questo modo. E pare non ci siano rimedi.

Maverick Vinales, voto 4: inspiegabile

Ha attaccato duramente la Yamaha con parole pesantissime al limite della rottura del contratto. Probabilmente non ne può più della Casa dei tre diapason, ma credo che sia la stessa cosa per la controparte. Attendiamo sviluppi.

Lorenzo Savadori, voto 4: immaturo

Ha rovinato tutto quanto con una caduta, quando sembrava non girasse male con la sua Aprilia. Difficile esprimere giudizi.

Alex Marquez, voto 3: killer

Non si può abbattere un pilota in quel modo dopo pochi giri. Ci vorrebbero delle sanzioni.

Danilo Petrucci, non giudicabile

Non gliene va dritta una e gli auguro di cuore tempi migliori. Su con il morale Danilo siamo tutti con te.

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi