Sono tanti i piloti che arrivano ad Assen desiderosi di riscatto, e tra questi vi è Jack Miller. L’australiano infatti non può che masticare leggermente amaro per il sesto posto ottenuto alle spalle del compagno Pecco Bagnaia, ma dopo pochi giorni ha già tra le mani l’occasione per rifarsi.

“Nell’ultimo fine settimana le cose non sono andate male – racconta Jack - ma una volta in gara non sono riuscito a mettere insieme i pezzi del puzzle. Assen è una pista nella quale mi sono sempre divertito, con il ricordo della vittoria del 2016 che riaffiora spesso, ma non sempre sono riuscito a dare il meglio”.

Miller: “Voglio chiudere bene la prima metà di stagione”


L’australiano rimane inizialmente sulla difensiva, per poi chiarire il proprio obiettivo per il weekend alle porte.

 “Con il pacchetto di quest’anno penso che il podio sia alla mia portata, ma in generale spero di poter fare un buon numero di punti, per chiudere la prima parte di stagione in maniera positiva e potermi godere la pausa estiva”.

Pausa estiva durante la quale inizieranno le olimpiadi di Tokyo, che probabilmente avranno in Jack uno spettatore attento.

“L’Australia ha sempre avuto dei grandi atleti, ad esempio Michale Phelps, e quando ci sono personaggi del genere è normale che vi sia grande seguito. So che è stata introdotta la BMX come disciplina, che potrebbe essere interessante, dato che anche in questo sport il mio paese ha una buona tradizione”

MotoGP Assen, Bastianini: "Correre con Gresini è come tornare in famiglia"