Deluso oltremodo per come è andata la qualifica Aleix Espargarò rispetto ad FP3 ed FP4. Lo spagnolo partirà dalla nona casella ma dalla sua ha uno dei passi migliori del gruppo di testa e può puntare ad un risultato importante.

“A parte le Yamaha che non sono lontane, sono forte”


Aleix Espargarò spiega che cosa non ha funzionato in qualifica rispetto ad FP3 ed FP4. “Sono veramente deluso per come è andata la qualifica. Nelle FP3 e specialmente nelle FP4 ero molto competitivo. Nelle qualifiche mi sono trovato davvero male con la soft posteriore, la moto spinge tanto sull’anteriore e avendo grandi ali facevo fatica ad entrare in curva come volevo. Mi fa arrabbiare che ero solo due decimi più veloce con le soft nuove rispetto alle medie di 20 giri nelle FP4.”

Lo spagnolo poi aggiunge: “Penso di avere uno dei passi migliori del lotto, vedremo come riuscirò a gestire l’inizio gara dalla P9 ma penso, a parte le Yamaha che non sono lontane, di andare forte.” 

“L’ingresso di curva è un problema”


Aleix parla dei problemi della moto su una pista come Assen rispetto a settimana scorsa in Germania. “Qui il problema è l’ingresso in curva, le grandi ali rendono la moto molto fisica da guidare. La chiave della gara domani sarà risparmiare delle energie per la fine, specialmente sulle braccia. Non è solo un problema mio ma di altri piloti.

“Spero che la qualifica non sia così importante”


Lo spagnolo lascia l’ultima battuta ritornando sulla qualifica pensando alla gara di domani. “Spero che la qualifica non sia così importante, parto dalla nona posizione. E’ sempre facile partire davanti perché risparmi gomme ed energie essendo già in top 3 nei primi giri invece di superare un paio di piloti. Ho spinto forse un po’ troppo mettendo in crisi la gomma e non sono stato brillante in qualifica ma penso di essere stato competitivo nelle FP4 con la media. La gara di domani sarà importante.