E' senza dubbio una qualifica da dimenticare quella di Marc Marquez. Per lui un weekend iniziato venerdì con un brutto high side, poi la caduta di oggi e la 20esima posizione in griglia di partenza che lo attende domani. L'unico turno salvabile? Quello delle FP4, dove Marc è risultato ottavo dopo i 45 minuti a disposizione. Ma lo spagnolo di Casa Honda, non può che avere il morale basso. Ecco le sue parole dopo la qualifica.

Un incidente dopo l'altro


Intanto, c'è da dire che Marquez questa mattina per le FP3 non è partito al top della forma a causa della caduta del venerdì: “Mi sono chiesto subito se questa mattina sarei stato in grado di girare ha detto lo spagnolo – a causa del dolore che avevo alla caviglia dopo l'high side di ieri. Ho fatto anche una tac ma l'esito è stato negativo, si tratta solo di un'infiammazione. Questa mattina non riuscivo a guidare bene, non riuscivo a frenare come avrei voluto, nel pomeriggio, invece, mi sono sentito meglio e questo mi ha reso felice e mi fa ben sperare anche per domani. Devo dire che questo pomeriggio sono stato in grado di guidare veloce e anche da solo, senza riferimenti di altri piloti. Alla prima uscita ero da solo, avevo un pilota davanti ma era lontano, poi alla seconda uscita ho avuto la possibilità di seguire Zarco ma devo dire che l'incidente di ieri ha influito molto su tutta la giornata”.

MotoGP Olanda, Qualifiche: Vinales super pole, segue Quartararo

Tante cose che non andavano


Oggi, poi, un nuovo incidente. Questo ha compromesso ulteriormente la fiducia di Marc con la RC213V? “No, l'incidente di oggi è stato normale, - ha spiegato - eravamo in qualifica, spingevo tanto anche sulla gomma davanti e l'incidente ci poteva stare. Però mi sono arrabbiato con me stesso. Nel primo run di qualifica con le gomme già mi sentivo strano e sentivo che non stavo guidando bene. Con la gomma morbida sono stato più veloce nelle FP4 per 22 giri che in qualifica. Per la seconda uscita poi, con la gomma nuova, mi sentivo forte per questo ho spinto ma sono caduto. Tutto questo penalizzerà la mia gara domani in quanto dovrò partire 20esimo. L'incidente di ieri, invece, ha penalizzato la mattina ma poi nel pomeriggio sono stato capace di guidare al meglio”.

“La Honda non è messa così male”


Nelle giornate di ieri e oggi Marc ha provato anche un nuovo telaio che a quanto pare gli è piaciuto: “Questa mattina abbiamo provato il nuovo telaio, avrei voluto fare più comparazioni ma non ci sono riuscito. Ho chiesto al team quale talaio volevano che usassi e loro mi hanno detto quello nuovo in modo che possa raccogliere più informazioni. Domani in gara userò questo. Il nuovo telaio mi piace, Honda sta lavorando nella direzione giusta e di questo sono contento. E' vero, domani partiremo dalla 20esima posizione ma il potenziale della moto non è male”.

Infine, la curiosità dei giornalisti ha riguardato la reazione alla strigliata di orecchie che ieri Marquez ha fatto al team dopo il problema di elettronica che ha comportato la caduta: “Hanno reagito bene – ha concluso – perchè analizzando la caduta si è visto che c'è stato un problema nel controllo di trazione. Era importante capire quanto successo, lo abbiamo fatto e si sono messi a lavoro per risolverlo”.

Orari TV MotoGP Olanda: gara in diretta su Sky e DAZN, differite su TV8