E' stata una gara difficile ma nella quale Fabio Quartararo, nonostante avesse avversari molto agguerriti, è riuscito a trionfare. Il pilota Yamaha, al parco chiuso, ha detto anche di aver avuto dolori al braccio, che poi nell'intervista a Sky Sport MotoGP ha spiegato meglio.

Gara difficile con dolori al braccio

Non si tratta del braccio operato per sindrome compartimentale – ha spiegato – ma dei dolori che ho avuto al tricipite. Questo weekend ho fatto fatica, ma del resto come tutti i piloti. Il cambio di direzione su questo tracciato è molto difficile. In ogni caso non posso che essere contento di come è andata. Con Bagnaia all'inizio è stata una bella sfida, era difficile sorpassarlo, quasi impossibile. Io alla curva 12 ci provavo ad ogni giro senza riuscirci, poi alla fine ce l'ho fatta. Non avrei mai pensato di poterlo sorpassare proprio lì”.

Vi svelo un segreto...

Ma quale è il segreto di Fabio? Una moto che gli calza perfettamente o una determinazione e una mente libera dai pensieri quando è alla guida? “Direi entrambe le cose! - ha detto - Questa è per me la terza stagione MotoGP e una stagione in MotoGP vale tanto. Ogni volta che sono sulla moto imparo. Il 2020 è stato difficile in ottica campionato ma tanto buono per imparare e fare esperienza per il 2021. Adesso quando sono in sella alla moto o al box con il team sono veramente tranquillo, determinato e prima di scendere in pista per la gara so cosa voglio fare. Il mio è sempre un obiettivo a breve termine, oggi era la vittoria”.

E adesso a tutto relax!

Adesso, per i piloti del Motomondiale, ci sarà un bel po' di riposo, ovvero tutto il mese di luglio per poi riprendere con la doppia in Austria: “L'Austria? Non ci penso adesso! - ha concluso - Ho cinque settimane libere e l'unica cosa a cui voglio pensare adesso è tornare a casa, fare una bella cena con la mia famiglia e basta”.

MotoGP: Maverick Vinales verso l'Aprilia nel 2022?