La separazione tra lo spagnolo e la Yamaha è stata come un fulmine a ciel sereno nel mercato della casa giapponese, che adesso è sulle tracce del pilota da affiancare a Fabio Quartararo nella prossima stagione.

In questi giorni si sono succeduti tanti nomi, tra cui quello di Franco Morbidelli, che ad oggi sembra essere il favorito per la sella ufficiale. Tuttavia, i vertici di Iwata si sono guardati attorno, facendo un’offerta ad uno dei protagonisti degli ultimi anni, Miguel Oliveira.

Oliveira resta in KTM e punta al titolo


I risultati degli ultimi due anni hanno acceso i riflettori sul pilota della KTM, ed è lo stesso pilota portoghese che rivela, in un incontro con i media ad Almada, il retroscena di mercato: “Ovviamente la situazione di Vinales ha portato un po’ di scompiglio sul mercato. Sono stato avvicinato dal loro team, ma il mio focus è sulla KTM. Sono in una grande squadra e credo di poter diventare campione del mondo con loro. Ho un contratto e voglio lavorare per il titolo”.

Il vincitore del GP di Barcellona ha poi commentato una prassi sempre più evidente, come riportato da motorctyclesports.net: “Al giorno d’oggi i contratti firmati valgono relativamente, come dimostrano già uno o due casi nel recente passato. Quando una delle due parti in causa, team o pilota, non vogliono proseguire, si arriva alla rottura. Non è però il mio caso, mi sono impegnato nel 2020 con KTM per altri due anni e non tornerò indietro“.

La situazione in casa Yamaha resta dunque incerta, in virtù anche della situazione in casa Petronas. Il rinnovo di Razgatlioglu non ha fatto altro che aumentare i punti di domanda, che probabilmente inizieranno ad essere sciolti quando sia il futuro di Valentino Rossi, che quello di Franco Morbidelli sarà chiarito.

Superbike, a Donington Razgatlioglu trionfa in Gara-1