La splendida prima metà di campionato ha attirato le attenzioni di tutto il circus, con 4 podi conquistati fino ad ora ed una competitività sempre costante, Johann Zarco si trova in seconda posizione in classifica, lontano 34 punti dal leader Quartararo. In pochi forse si aspettavano un inizio del genere da parte del pilota Pramac, che in più di un’occasione è stato veloce quanto i piloti ufficiali, se non di più. L’obiettivo del francese, come da lui stesso dichiarato a Canal+ Sport France, è molto alto.

Zarco svela l’obiettivo: “Sognare di essere campione del mondo”


La Ducati ha messo a disposizione del due volte campione del mondo Moto2, una moto uguale a quella dei piloti ufficiali, e i risultati stanno dando ragione ai vertici bolognesi, che hanno trovato in Zarco un pilota abile anche nello sviluppo della moto. La stagione è ancora lunga ma le idee sono chiare: “L’obiettivo è stare davanti a Fabio, non di essere la prima Ducati. Con una posizione così buona in campionato, l’obiettivo è fare più punti e sognare di essere campione del mondo. Ho avuto una caduta in Portogallo e ho avuto qualche difficoltà in Spagna, ma ho recuperato bene a Le Mans-Mugello-Barcellona“. Zarco si è espresso anche sulla sua rivalità con Quartararo: “Anche se siamo rivali, giocare il titolo insieme fino alla fine sarebbe fantastico. Questo non è mai successo in Francia. Sono anni eccezionali e dobbiamo approfittarne“.

L’Austria terreno fertile per Ducati


Il Red Bull Ring ospiterà il rientro della MotoGP in pista, un circuito storicamente favorevole alla Ducati che qui ha vinto nel 2016 con Andrea Iannone e nel 2017-2019-2020 con Andrea Dovizioso: “In Austria le moto possono avere un vantaggio, ma non sarà facile. Ma mettendo tutto insieme, se salgo di livello come voglio, posso ottenere la prima vittoria e può andare molto bene per il campionato“.

La Francia si gode il primato in top class