Il campionato 2021 di Marc Marquez (ecco com'è cambiato 365 giorni dopo l'incidente) è iniziato dal terzo Gran Premio stagionale, a Portimao, in Portogallo, ma dopo un settimo e un nono posto le cose si sono messe male. Alla guida della sua Honda il pilota di Cervera ha collezionato tre zeri di fila, fino ad arrivare al Sachsenring. Un luogo speciale per lui, dove aveva vinto le dieci gare precedenti e che per le sue caratteristiche tecniche avrebbero potuto aiutarlo fisicamente. E così è effettivamente stato.

Una vittoria molto significativa


Sono arrivato al Sachsenring con una brutta posizione di partenza, sia a livello fisico che mentale” ha raccontato a Speedweek. Riassumendo poi tutto in poche parole: “Arrivavo da tre cadute consecutive, non lottavo nemmeno per il podio. E poi… boom! Ho condotto l'intera gara e alla fine ho vinto”. Una vittoria che ha avuto un sapore particolare, che arrivava dopo aver saltato interamente la stagione 2020 a causa dell’infortunio al braccio destro, che ad oggi lo condiziona ancora. Marquez ha spiegato: “È stato difficile mantenere la mentalità positiva in questo periodo. È difficile dire se sia stata la vittoria più importante della mia carriera, ma è stata molto significativa nel periodo più difficile della mia carriera”.

Per uno come lui che ha vinto sei titoli di MotoGP in sette anni, non riuscire più a vincere era qualcosa di strano e questo feeling l’ha raccontato così: “Vincere è come mangiare cioccolato. Potresti pensare che sia buono, ma quando sai davvero che sapore ha, ne vuoi sempre di più. Vincere è come una dipendenza, ma è importante anche per il tuo corpo”.

Cosa si aspetta dalle prossime gare


Il risultato ti condiziona: “Se hai avuto un brutto fine settimana, ci vorranno tre o quattro giorni per ricaricare le batterie. Se, invece, hai avuto un ottimo fine settimana, ti alleni di nuovo il giorno dopo e dai il 100%”. La stagione 2021 di Marquez procederà, forse, con alti e bassi e lui ha detto: “Se non hai il controllo, ti perderai. Non capisci le cose e commetti errori stupidi. Ne ho fatti alcuni e sono sicuro che ne farò altri in questa stagione perché non ho il controllo della situazione".

Porte aperte a Misano per i test MotoGP