Ancora cambiamenti nel calendario del Campionato del Mondo MotoGP. Dopo la cancellazione del GP dell'Australia e la successiva decisione di correre in Portogallo, ecco che Dorna, FIM e IRTA hanno comunicato un altro cambio di programma. Il GP della Thailandia che avrebbe dovuto corrersi dal 15 al 17 ottobre, è stato cancellato a causa della pandemia in atto.

Scelta difficile ma obbligata


Tempi duri per il Motomondiale e per la Dorna che a causa del Covid, come già accaduto nel 2020, stanno cercando di “rammendare” un calendario MotoGP che perde un po' dei suoi pezzi di mese in mese. Anche se era un po' prevedibile vista la criticità del periodo, sembrava che le tappe asiatiche ed extra continente potessero essere fattibili. Invece, proprio questa mattina la notizia: dopo la cancellazione del GP dell'Australia, anche la Thailandia esce dal calendario 2021.

“È stata una scelta difficile - si legge nella nota stampa della Dorna - Al momento è allo studio un evento di sostituzione ed eventuali aggiornamenti riguardanti un possibile sostituto verranno pubblicati non appena disponibile”.

MotoGP, ufficiale: Daniel Pedrosa wild card in Stiria con KTM