Il lungo weekend austriaco è ormai alle porte (qui tutti gli orari) e il pilota KTM Tech3 è pronto ad una nuova sfida anche se il Red Bull Ring non è una pista che ama particolarmente. Per KTM sarà però il tracciato di “casa” quindi Petrucci darà il massimo per ottenere il miglior risultato. In più, è in attesa di sapere qualcosa sul suo futuro.

Sulla gara dell'Austria


Il pilota Orange arriva al Red Bull Ring dopo la pausa estiva con tanta voglia di fare bene, anche se la pista non è una delle migliori per lui: “Inizio molto più rilassato della prima parte di stagione - ha detto -. So quali sono le aree dove migliorare. Questo non è sulla carta uno dei miei tracciati preferiti, ma è la gara di casa per KTM e questo mi spingerà a fare di più. Qui ho fatto solo due gare decenti, forse una, quindi sarà più dficile del solito ma già partiamo sapendo cosa bisogna fare. E' chiaro che c'è un problema che è quello della velocità in rettilineo che qui conta abbastanza, però possiamo provare ad essere più incisivi in frenata ed accelerazione. Dovremo fare il massimo sia io che il team per tirare fuori il meglio. Mi piacerebbe fare una bella gara per me e per KTM”.

Futuro in bilico ma con diverse opzioni


A tenere banco, nel giovedì pre weekend è anche la conferenza stampa indetta da Valentino Rossi questo pomeriggio alle 16:15: “Non so di cosa parlarerà Valentino - ha aggiunto - ma in quanto amico gli auguro il meglio”.

Oltre a questo, c'è stato il momento per parlare anche del futuro dello stesso Petrucci, molto altalenante, con diverse possibilità in ballo: Ancora non ho parlato con KTM, quindi non so niente di preciso - ha spiegato il pilota di Terni -Prima mi piacerebbe parlare con loro per capire cosa non è andato, dove migliorarsi da qui in avanti e poi per prendere una decisione con loro. Loro mi hanno dato fiducia lo scorso anno e nessuno dei due si aspettava di fare così fatica, quindi per rispetto vorrei prima parlare con loro. Se non ci fosse la possibilità di correre in MotoGP c'è anche la SBK. Il lavoro del mio manager è quello di fare la mia volontà e quindi di correre. Ma devo capire io cosa mi piace fare. A me piace guidare le moto e andare il più forte possibile, l'ho fatto in MotoGP ma anche in altre categorie a partire dal regionale di motocross”. Quindi può esserci anche l'opzione di vedere Danilo Petrucci nell'Off Road? “Si, - ha concluso - l'opzione Off Road è valida, è un'ipotesi che mi piace. In questo momento vorrei parlare con KTM e capire le loro idee per il futuro. Ci può essere anche l'opportunità che io cambi. Un futuro nell'Off Road proprio con KTM? Mi piacerebbe, devo parlare con loro e capire le loro idee. E' chiaro che non avendo parlato, non abbiamo neppure parlato del rinnovo quindi non mi aspetto che la prossima settimana mi dicano che c'è il posto per me. Se non sarà così dovremo fare altrimenti”.

MotoGP Stiria, Bagnaia: “Niente vacanze, serve un decisivo passo avanti”