MotoGP Stiria, Martin celebra la pole: "Lavorato duro per essere qui"

MotoGP Stiria, Martin celebra la pole: "Lavorato duro per essere qui"© Milagro

Il poleman della MotoGP si dice fiducioso in vista della gara, anche se teme l'eventualità del flag to flag: "Non l'ho mai fatto, serve esperienza", ha raccontato il numero 89

All’inferno e ritorno. Dopo il grave infortunio riportato in Portogallo che lo ha costretto a saltare quattro GP, Jorge Martin ha dovuto lavorato sodo per tornare ai livelli mostrati all’inizio della stagione. In questo senso, la pausa estiva è stata fondamentale per continuare a lavorare sulla forma fisica, fino a ripresentarsi in Stiria con un giro magnifico che gli ha regalato la pole position.

MotoGP Stiria, Petrucci: “KTM mi ha fatto promesse mai mantenute”

"Sono contento di essere qui"


“Pochi sanno il lavoro che ho dovuto fare per essere qui oggi”, ha raccontato lo spagnolo al termine delle qualifiche. “Quest’estate è andata per il verso giusto, ho avuto tempo di riposarmi e ho lavorato al massimo. Sono molto contento di essere qui. Ringrazio il mio team per il supporto”.

Il giro realizzato nella Q2 è stato l’ennesima dimostrazione delle doti velocistiche del campione del mondo Moto3 nel 2018: “Ho frenato fortissimo in curva 1, poi in curva 2 ho bloccato l’anteriore. Non so se l’avrò bloccato per una ventina di metri, non so come ma sono riuscito a fermarla”, ha spiegato Jorge. “Ho spinto fino alla fine e sono molto contento di averlo portato a termine”.

"Anche sull'acqua siamo ok"


Anche Martin è stato interrogato sull’incognita meteo: “L’unico turno sull’acqua è stato quello disputato ieri, nel corso del quale ero riuscito a stare nei primi 7/8. Penso di essere a posto, perché la Ducati è una moto che lavora molto bene sull’acqua. Il problema sarà nel caso di flag to flag. Non l’ho mai fatto e serve esperienza”.

“Devo ricordarmi che sono un rookie: dovrò terminare la gara e fare il massimo, così sarò contento”, ha concluso l'iberico.

MotoGP Stiria, Petrucci: “KTM mi ha fatto promesse mai mantenute”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi