MotoGP Stiria, Quartararo: “Miller e Bagnaia beffati da un rookie”

MotoGP Stiria, Quartararo: “Miller e Bagnaia beffati da un rookie”

Il pilota Yamaha, visto che non ama particolarmente questo tracciato, si è detto molto soddisfatto per il terzo posto: “Ho dato il massimo, di meglio non potevo fare”

La ripartenza dopo la pausa estiva non è stata eccezionale per il leader del Mondiale Fabio Quartararo, che ha chiuso il GP della Stiria con il terzo posto. Un risultato che comunque lo ha accontentato dato che il tracciato austriaco non gli è particolarmente amico e che le Ducati sono state agguerrite fino alla fine.

“Meglio non poteva andare”


“Sono tanto soddisfatto - ha detto il pilota Yamaha - perchè alla fine in questa pista faccio molta fatica e nei primi tre giri, in bagarre con gli altri piloti, è stato molto impegnativo. Dopo la bandiera rossa, quando siamo ripartiti, ho fatto meglio che potevo ma Martin e Mir avevano un passo migliore del mio e per provare a stargli dietro la gomma dietro è calata tanto. Il podio è comunque molto importante”.

Una gara che in più è stata interrotta dopo pochi giri per un incidente spaventoso e dove non è stato facile, per i piloti, riuscire a mantenere la concentrazione: “Siamo stati più di 20 minuti al box, - ha aggiunto - quindi non è stato facile. Io prima di partire ho sempre la mia solita routine che seguo, quindi non è stato facile stare fermi anche se entrambi i piloti coinvolti nell'incidente stavano bene”.

“Mir e Bagnaia beffati da un rookie”


Le Ducati su questo tracciato si sono dimostrate molto competitive, ma più di tutti è stato Jorge Martin a fare la differenza, di questo Quartararo ne è sicuro: “Lui è un pilota che frena molto forte ed è molto veloce, - ha spiegato - ma soprattutto la sua mente non è quella di un rookie. Lo abbiamo visto provare a salvare la gomma e lo faceva molto bene. E' un pilota che sicuramente porta un valore aggiunto a questo campionato e anche alla Ducati”. Potrebbe essere un tuo futuro antagonista quindi? “No, per il campionato è molto lontano in classifica, ha avuto un grosso incidente che gli ha fatto perdere delle gare. In pista però si, può essere un avversario, ma è un rookie, magari su questa pista va molto forte e in altre no. Oggi tutti si aspettavano la vittoria di Miller o Bagnaia, invece un rookie li ha beffati”.

Nessun cambiamento in vista di Austria 2


E dato che la prossima gara si svolgerà ancora in Austria, c'è qualcosa in particolare che il pilota Yamaha vorrebbe cambiare? “No - ha concluso -, io oggi ho dato il massimo. Era difficile fare meglio. Nella seconda gara è vero che è più faticosa perchè gli altri piloti possono trovare qualcosa in più. Sicuramente Martin darà informazioni importanti a Bagnaia e Miller. Noi comunque siamo messi bene”.

MotoGP Stiria, Martin: “Spero che Gresini, da lassù, abbia visto la vittoria”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi