MotoGP Stiria, Rossi: “La gara non è stata disastrosa, mi sono divertito”

MotoGP Stiria, Rossi: “La gara non è stata disastrosa, mi sono divertito”© Milagro

Valentino prova a vedere il bicchiere mezzo pieno dopo la gara di Spielberg: "Il passo era buono, ma dobbiamo ancora migliorare in partenza"

Si è concluso con un 13° posto il GP Stiria di Valentino Rossi, il primo dopo l’annuncio del suo ritiro. Non un risultato all’altezza del blasone del pesarese, che può comunque sorridere per i riscontri ricevuti dalla pista austriaca.

“La gara non è stata un disastro. La mia partenza non è stata granché, ma avevo un buon passo e mi sono anche divertito, ho lottato con i piloti che avevano un ritmo simile, anche se soffro ancora troppo in rettilineo”, ha spiegato Rossi al termine della corsa. “Non posso dire di essere contento, ma abbiamo lavorato meglio per risolvere alcuni problemi”.

MotoGP: Jorge Martin domina un infuocato GP di Stiria

Difficoltà allo start


Negli ultimi GP, Valentino si sta mostrando piuttosto debole in partenza e la gara di oggi non ha fatto eccezione. Il pesarese ha provato a dare una spiegazione a queste difficoltà: “Nelle ultime due gare abbiamo provato dei sistemi differenti in partenza, ma non mi sono sentito a mio agio, infatti sia ad Assen che Sachsenring avevo perso molte posizioni. Il mio è un problema più elettronico. Stiamo migliorando, ma non abbastanza.

Il nove campione del mondo ha inoltre commentato l’incidente che ha visto coinvolti Daniel Pedrosa e Lorenzo Savadori, preferendo non attribuire alcuna colpa alla configurazione del Red Bull Ring. “Ciò che è accaduto oggi può succedere ovunque, anche se questo tracciato ha 3/4 staccate violente e la curva 3 è il punto più pericoloso”, ha spiegato il #46. “Ci sono tanti fattori da considerare, ma non saprei cosa fare per migliorare la situazione. Il vecchio layout sarebbe bellissimo, ma credo sarebbe ancora più pericoloso”.

Le entrate di Marquez, i complimenti a Pedrosa e Bezzecchi


Valentino ha preferito glissare sulla polemica tra Marc Marquez e Aleix Espargaro: “Marquez è sempre aggressivo con tutti: oggi c’era Aleix, altre volte c’erano altri”, ma ha rivolto parole al miele al rientrante Pedrosa.

Dani ha fatto un grandissimo lavoro: speravo di riuscire a seguirlo, ma non è andata così. Non è scontato andar così forte dopo 3 anni senza gare”. I complimenti vanno anche al suo allievo Marco Bezzecchi, vincitore della gara Moto2: “Sono molto contento per il Bez, il mio team ha lavorato benissimo e anche Vietti si sta avvicinando”, ha concluso Rossi.

MotoGP Stiria, Martin: “Spero che Gresini, da lassù, abbia visto la vittoria”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi