MotoGP Austria, Quartararo: “Ducati sempre più forti, sono preoccupato”

MotoGP Austria, Quartararo: “Ducati sempre più forti, sono preoccupato”

Il francese non sa se domenica sarà più facile affrontare una gara con asfalto asciutto o bagnato. L'insidia Ducati è infatti sempre dietro l'angolo: “Hanno fatto un grande passo avanti rispetto alla scorsa gara”

Giornata non facilissima ma tutto sommato positiva quella che ha visto Fabio Quartararo in sella alla Yamaha chiudere al sesto tempo della classifica dei tempi combinati. La pioggia arrivata nel pomeriggio non gli ha permesso, così come ai suoi colleghi, di migliorare il tempo della mattina. Ecco quindi il commento del francese dopo la prima giornata.

“Con la pioggia non va”


“Stamani abbiamo provato alcune cose sulla moto - ha spiegato Fabio Quartararo ai microfoni di Sky - e con la gomma soft davanti il passo era buono ma non la stabilità. Sto cercando di lavorare sull'elettronica e anche sul riuscire a salvare la gomma, che è qualcosa di molto importante. Ho trovato qualcosa, ma vediamo. Con la pioggia, invece, non è andata tanto bene, non capisco perchè. Nel rettilineo fino a metà curva faccio molta fatica a guidare e non ho feeling con la moto. Stiamo lavorando per migliorare questo aspetto. Oggi non ho voluto correre troppi rischi ma se succederà domenica sicuramente li prenderò”.

MotoGP, clamoroso: Yamaha ha sospeso Maverick Vinales

“Se Vinales non c'è non cambia niente”


Ma quindi Quartararo, per domenica, vorrebbe un pista asciutta o bagnata? “La pista asciutta potrebbe essere uno svantaggio – ha spiegato - perchè domenica scorsa abbiamo visto Martin essere velocissimo, ma anche Joan mir. Anche le Ducati poi, sono veloci e ho visto che Francesco Bagnaia è anche migliorato continuando a girare sempre su questo tracciato. Questo andrebbe quindi a mio svantaggio. L'Austria 1 è andata molto bene, ma vediamo l'Austria 2 come andrà. Abbiamo fatto un buon lavoro settimana scorsa e proveremo a farla anche questa”.

Il fatto che non ci sia Maverick Vinales questo weekend è uno svantaggio? “No - ha concluso -, perchè alla fine abbiamo i dati della settimana scorsa e anche la velocità rimane. La difficoltà di questo weekend sarà che le Ducati hanno fatto uno step grande”. Infine, una considerazione su quanto sia difficile trovarsi in vetta al campionato: “L'anno scorso ho imparato tanto - ha concluso - perchè sentivo molto la pressione visto che sono stato leader a lungo. Questo mi ha portato a fare tanti errori. Però ho acquisito molta esperienza e adesso la mia mentalità è scendere in pista e lottare per la posizione migliore senza pensare al campionato. Pensando gara per gara stiamo avendo buoni risultati, al campionato penseremo più tardi”.

MotoGP Austria: gli orari TV di SKY, DAZN e TV8

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi