GP Austria, Mir: “Dobbiamo migliorare la frenata, ma siamo veloci”

GP Austria, Mir: “Dobbiamo migliorare la frenata, ma siamo veloci”© Milagro

Lo spagnolo della Suzuki ha chiuso in seconda posizione la prima giornata di prove al Red Bull Ring. "Zarco ha fatto un giro incredibile. Penso ancora al campionato, ma ragiono gara per gara"

Il venerdì del Gran Premio d'Austria al Red Bull Ring si è concluso con la seconda posizione alle spalle di Johann Zarco a fine giornata per Joan Mir, che si conferma in gran forma sul tracciato austriaco in sella alla Suzuki GSX-RR.

Nelle FP1 della mattina le condizioni della pista erano già buone e Zarco ha fatto davvero un giro incredibile, ma mi sono sentito bene sulla moto e sono riuscito ad essere veloce fin dai primi minuti. Peccato per l'ultima parte di turno, in cui facevo fatica a fermare la moto con la gomma soft e mi sono dovuto fermare, ma siamo già sulla buona strada in vista della gara”, ha detto il campione del mondo in carica ai microfoni di Sky Sport.

Nel pomeriggio, con la pista bagnata, ho usato davvero poco l'abbassatore. Credo che sia un device più utile sull'asciutto e che vada ancora migliorato in condizioni di minor grip, ma non è un grosso problema al momento. Lo scorso weekend siamo andati forte anche con la pioggia, perciò se riusciamo a migliorare la frenata possiamo essere competitivi in ogni condizione”, ha aggiunto il portacolori Suzuki.

Moto3 GP Austria: il venerdì è di Binder, con l’arrivo della pioggia

“Il campionato? Dobbiamo essere intelligenti”


Nonostante il divario di 51 punti dal leader Quartararo, Mir non ha abbandonato il pensiero di potersi confermare campione: “Chiaramente il distacco è importante, ma credo che la seconda parte di stagione sia diversa dalla prima, perchè la pressione inizia a farsi sentire per chi è davanti. Noi dobbiamo essere intelligenti e sfruttare ogni occasione, ragionando gara per gara e raccogliendo sempre il massimo come abbiamo già fatto”.

MotoE: Mattia Casadei salta il Gran Premio d'Austria

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi