MotoGP Austria, Parco Chiuso: il commento dei piloti alle Qualifiche

MotoGP Austria, Parco Chiuso: il commento dei piloti alle Qualifiche

Martin, Quartararo e Bagnaia, cosa avranno detto al parco chiuso subito dopo la qualifica? Sono stati contenti? Non tutti, ecco perchè...

Bagarre e giri lanciati al cardiopalma, i piloti della master class, nelle qualifiche, hanno regalato spettacolo a non finire al Red Bull Ring austriaco. Ad aggiudicarsi la pole, la seconda consecutiva, è stato il pilota Ducati Pramac Jorge Martin, seguito da Fabio Quartararo e Francesco Bagnaia. Ecco il commento dei piloti al parco chiuso.

Guarda la MotoGP live su DAZN. Attiva Ora

Martin: “Tanti errori ma poi la pole”


“Oggi la mia giornata è stata da rookie - ha commentato Jorge -. Stamani sono caduto, non riuscivo a guidare comodo e non capivo perchè. Penso sia l'esperienza che mi manca. Nelle FP4 abbiamo provato qualcosa di nuovo e abbiamo fatto un grande passo avanti, ma poi sono caduto anche lì senza farmi male per fortuna. Il Q1 è andato bene e sono riuscito a salire in Q2 e qui ho preso un po' di scia, prima grazie a Bagnaia e poi grazie a Zarco. Oggi però era importante fare così perchè non mi sentivo di avere feeling e fare il record è stato incredibile. Speriamo domani in gara di avere il ritmo per lottare per il podio”.

Quartararo: “Contento a metà”


“Sono un po' scocciato - ha esordito Quartararo - si mettono sempre tutti in scia e alla fine già faccio fatica con la moto, in più ci sono piloti dietro che mi seguono. E' un peccato perchè in questa pista dove Yamaha fa fatica in rettilineo, ho fatto due giri buoni. Non penso che avrei potuto migliorare di più, perdiamo troppo in accelerazione. In ogni caso è importante essere in prima fila”.

Bagnaia: “Ancora problemi con le gomme”


“Nei momenti di massima tensione siamo tutti un po' più nervosi - ha commentato Pecco la sua qualifica - Purtroppo come è successo domenica scorsa in gara le gomme soft che ho avuto oggi non erano proprio il massimo rispetto a quelle di stamani. La prima era difficile e non sono risucito a fare un giro, come acceleravo andavo fuori pista. Il secondo tentativo mi è stato rovinato anche da quelli che stavano entrando in pista, sono uscito dalla prima curva e c'erano tre o quattro piloti che stavano entrando ed erano in mezzo quindi ho dovuto mollare. C'ho provato, in ogni caso l'obiettivo principale era partire in prima fila e sono contento di questo. Anche il passo gara nelle FP4 non era male”.

MotoGP, Vinales rompe il silenzio: “Chiedo scusa alla Yamaha”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi