MotoGP Austria, Rossi: “Vinales ha fatto bene a dire la verità”

MotoGP Austria, Rossi: “Vinales ha fatto bene a dire la verità”© Milagro

Valentino crede che Vinales abbia compiuto il passo giusto, chiedendo scusa alla Yamaha dopo i fatti del GP Stiria: "Maverick ha detto ciò che doveva dire, credo ci siano più chance di rivederlo presto in gara"

Altra qualifica da buttare per Valentino Rossi, che scatterà solamente 18° sulla griglia del GP Austria.

Una cattiva prestazione che trova parziale spiegazione nell’ondivago rendimento offerto dalle Michelin: “Non sono soddisfatto, avevo un potenziale maggiore ma la seconda gomma non ha funzionato. Non avevo abbastanza grip per migliorare il mio tempo”, ha spiegato il Dottore a fine sessione. “Nella prima uscita avevo fatto segnare un 23.9 e potevo far meglio nella seconda ma, come detto, il nuovo set di soft non ha soddisfatto le nostre aspettative. Niente di eccezionale, ma avrei potuto far qualcosa di meglio.

Vota il sondaggio: chi vincerà il GP d'Austria?

"Ho parlato molte volte con la Michelin"


Valentino non è il primo pilota a lamentare problemi di questo genere con le coperture francesi: Fare una gomma da moto è complicato. Ho parlato molte volte con Taramasso e mi ha spiegato che fanno tanti test sulle gomme, utilizzano macchine sempre precise per i loro controlli e, appena notano una gomma appena peggiore, la scartano immediatamente. Si parla comunque di decimi e, per com’è adesso la MotoGP, fanno molta differenza. La Michelin si impegna ma bisogna essere fortunati a trovare la gomma giusta”, ha riflettuto il #46.

In ottica gara, Rossi crede di poter offrire una prestazione migliore rispetto a quella vista oggi. “A parte ciò, il mio passo non è male e siamo tutti vicini – è stata la sua riflessione - l’obiettivo è lottare col gruppo che ha il mio stesso ritmo e prendere dei punti. Sarà importante la costanza e mantenersi veloci negli ultimi giri”.

“Oggi ho provato la mescola dura e mi sentivo bene. Se domani dovesse far caldo come oggi, potrei utilizzarla in gara. Dobbiamo attendere domani per vedere, 10 minuti prima della partenza, quali condizioni ci saranno”, ha continuato il nove volte campione del mondo.

"Petronas, brutta perdita per il Motomondiale"


Inevitabile chiedere a Valentino un parere sui fatti del giorno, ovvero l’addio della Petronas e le scuse di Maverick Vinales alla Yamaha.

Relativamente al primo argomento, Vale ha spiegato che l’addio di Petronas è una bruttissima notizia, perché chiuderanno i team in Moto2 e Moto3 e sarà una perdita per tutti”. Il Sepang Racing Team rimarrà in MotoGP e punterà su Binder: “Darryn piace molto alla nostra squadra, ha un fisico strutturato, potrebbe farcela ma il salto Moto3-MotoGP non è facile”.

Passando al suo ex compagno di team, secondo l’italiano Vinales ha detto ciò che doveva dire, è stato bravo a dire la verità. Gli si è chiusa la vena, ma non voleva far danni. Penso che adesso ci siano delle possibilità di rivederlo in gara dal prossimo GP”.

Rossi ha concluso parlando della situazione Yamaha che, in ottica futura, non sembra essere delle più rosee. “Il team ufficiale è l’aspetto più importante e non sono messi male, anzi. Hanno Quartararo che va fortissimo, è in testa al Mondiale e se arrivasse Morbidelli avrebbero due grandi piloti. Il futuro? Magari altre Marche hanno puntato più sui giovani, ma non la vedo così nera. Sono comunque davanti in classifica”. 

Qualifiche Moto3, GP Austria: Fenati in pole position

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi