MotoGP Austria, Parco Chiuso: il commento alla gara dei primi tre piloti

MotoGP Austria, Parco Chiuso: il commento alla gara dei primi tre piloti

Brad Binder, Francesco Bagnaia e Jorge Martin, questi i piloti che sono stati protagonisti del podio austriaco. Ecco le loro parole subito dopo la gara

E' stata una gara che ha regalato emozioni forti quella che si è consumata in Austria. La pioggia che è arrivata a pochi giri dalla fine è andata a scombianare i piani di molti piloti. Su tutti, a trionfare, è stato il pilota KTM Brad Binder seguito da Francesco Bagnaia e Jorge Martin. Ecco il commento dei piloti al parco chiuso.

Binder: “Oggi qualcuno mi ha tenuto su”


“E' stato davvero spaventoso - ha commentato Binder -. Quando ho visto la pioggia ho iniziato a calcolare quanti secondi a giro potevo perdere se fossi rimasto fuori con le slick. Ho deciso di tentare questo azzardo, al primo giro riuscivo comunque a spingere tanto ma poi quando è iniziato a piovere forte e la gomma posteriore a calare ho avuto paura. I freni ha iniziato a diventare freddi e quindi non riuscivo a frenare. Evidentemente oggi qualcuno mi ha tenuto su perchè in alcune situazioni pensavo fosse finita. In questa gara di casa per KTM, però, ho deciso di correre questo azzardo e alla fine ha pagato”.

Bagnaia: “Siamo vicini alla nostra prima vittoria”


“Non è stato semplice - ha spiegato Bagnaia - quando ci sono queste gare con la pioggia è difficile spingere. A sei giri dalla fine ha iniziato a piovere forte ed è stato molto difficile. Anche la decisione di fermarsi al box a cambiare moto è stata difficile. Sicuramente Binder oggi ha fatto qualcosa di incredibile, perchè restare in pista con le slick in queste condizioni è qualcosa di molto difficile. C'abbiamo provato. All'ultimo giro è stato bello vedere che c'erano tanti piloti con le slick e sotto la pioggia ho passato tanti piloti. Pensavo di essere arrivato quarto ma poi ho visto al muretto che ero secondo. Siamo vicini alla nostra prima vittoria ma ancora non è sufficiente, dobbiamo fare qualcosa di più”.

Martin: “Ho superato sette piloti in due curve”


“Abbiamo fatto un lavoro incredibile oggi, - ha detto Jorge Martin - sapevo di avere il passo, ma proprio ad inizio gara sono andato largo e pensavo di aver chiuso lì i giochi, l'anteriore era molto caldo e ho iniziato a prendere gap dai primi. Successivamente sono tornato a sentirmi meglio e stavo recuperando ma poi qualcosa è successo e la moto ha iniziato a tremare in rettilineo, avevo paura, pensavo addirittura potesse esplodere una gomma. Alla fine è arrivata la pioggia e mi sono fermato appena possibile. Nell'ultimo giro ho visto tanti piloti che si stavano fermano, ho spinto quindi come un pazzo superando sette piloti in due curve e quando ho visto che sono arrivato terzo ero felicissimo”.

MotoGP Austria, LIVE: il diluvio incorona un temerario Binder

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi