La gara dell'Austria è stata un susseguirsi di colpi di scena con la pioggia arrivata sul finale e con il coraggioso pilota KTM Brad Binder che, al contrario di molti suoi colleghi, ha deciso di continuare la gara con le gomme slick. E il suo azzardo è stato premiato, portando il sudafricano a vincere il GP dell'Austria e regalando a KTM un bellissimo risultato sul tracciato di casa.

Binder: “È stato come guidare sul ghiaccio”


“Quando sono passato davanti ai box e ho visto tutti gli altri che rientravano – ha spiegato Brad Binder ai microfoni di Sky – mi sono detto “proviamo ad arrivare fino alla fine”. Dopo il primo giro lanciato sotto la pioggia, forse non ero più così sicuro di aver fatto la cosa giusta in quanto i freni si erano raffreddati tantissimo quindi era come se non li avessi. In più avevo perso anche la temperatura sulle gomme ed era come guidare sul ghiaccio. Insomma, è stato difficilissimo arrivare al traguardo. Per fortuna avevo il controllo di trazione altrimenti sarei caduto e non sarei più riuscito a rialzarmi. E' stato un bell'azzardo, ho pensato che era la cosa giusta da fare. Volevo davvero molto questo podio. Sono stato fortunato, è stato tutto incredibile”.

“Il team meritava questo risultato”


Il pilota KTM, in ogni caso, a mente fredda dopo la gara ha capito senza dubbio che la sua scelta è stata pericolosa. La voglia di regalare un bel risultato a KTM era però tanta: “Guidare in quelle condizioni? - ha aggiunto - Di certo non è stato divertente! Guidare sotto la pioggia con le gomme da asciutto non è mai una bella idea, ma quando ho visto che mancavano tre giri, sapevo che se fossi rientrato come tutti gli altri avrei perso la mia opportunità. Ho dato quindi il mio meglio e grazie al cielo sono riuscito a restare in sella e a tagliare il traguardo al primo posto, è stata una sensazione fantastica. Grazie al mio team che meritava questo risultato”.

Meglio quindi la prima vittoria MotoGP a Brno 2020 o questa? “Senza dubbio la prima vittoria è sempre più speciale – ha concluso – ma una cosa è certa, ho dovuto lavorare molto di più per questa. A prima è arrivata rapidamente, invece ottenere questa vittoria è stata una sfida enorme e quindi ho dovuto lavorare molto di più per questa e mi sembra ancora più reale”.

Moto3 GP Austria: impresa di Sergio Garcia, Dennis Foggia sul podio