MotoGP Gran Bretagna, Quartararo: “Non firmo per un terzo posto”

MotoGP Gran Bretagna, Quartararo: “Non firmo per un terzo posto”© Milagro

“Penso di avere il passo per lottare per la vittoria” dice il francese, non particolarmente contento per la posizione conquistata in qualifica

28 agosto

Soddisfatto a metà Fabio Quartararo per la terza casella in griglia di partenza per la gara di domani. Il francese è abbastanza preoccupato per le gomme da montare in gara, non avendo avuto confidenza con la soft per tutto il weekend.

Nell’intervista a Sky post qualifiche, il pilota Yamaha parla del suo stato di salute dopo l’incidente delle FP2, dei problemi riscontrati con le gomme e delle aspettative per la gara.

“Passo buono nelle FP4, nessuna fiducia con la soft”


A fine giornata, Fabio Quartararo è felice del passo mostrato nelle FP4, meno delle Qualifiche chiuse alle spalle di Bagnaia e Pol Espargarò. “Onestamente non sono contento della qualifica. Nelle FP4 avevo un passo abbastanza buono, con la soft in qualifica non avevo fiducia e non so perché. E’ tutto il weekend che non ho grip con quella gomma. Se ci fosse un turno di qualifica anche domani monterei la media. Sono comunque contento di essere in prima fila.”

Il francese poi aggiunge: “Mi fa ancora male la gamba camminando ma in moto non ho problemi. Tutti hanno migliorato tanto. Noi rispetto alle FP2 quasi niente, gli altri hanno fatto uno step importante sul giro secco ma noi siamo rimasti lì.”

“Non firmo per un terzo posto”


Il transalpino in chiusura illustra il suo obiettivo per la gara, anche guardando alla classifica di campionato che lo vede in testa con +47 su Bagnaia e Mir. “Non ho la situazione sotto controllo così tanto come quando ero al CEV. Sono contento di come mi sento sulla moto e penso di aver fatto una buona FP4 e di avere un buon ritmo, che è importante per domani. Qui la gomma cala tanto, per noi non così tanto ma gli altri fanno più fatica.” Poi aggiunge: “Non firmo per il terzo posto, credo di avere il passo per lottare per la vittoria. Poi in gara tutto può succedere”.

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi