MotoGP Gran Bretagna, Rossi in terza fila: “Stavolta sono più costante”

MotoGP Gran Bretagna, Rossi in terza fila: “Stavolta sono più costante”© Milagro

Il nove volte campione del mondo è 8° al termine delle qualifiche: "Non ho ancora deciso la mescola da utilizzare in gara. Partire meglio del solito sarà fondamentale" 

Weekend solido per Valentino Rossi a Silverstone: dopo aver ottenuto l’accesso diretto in Q2, il pesarese è riuscito a centrare un 8° posto che gli permetterà di scattare a ridosso dei primi al via del GP Gran Bretagna.

“Oggi è andata anche meglio di ieri, abbiamo migliorato il set-up della moto e lavorato sull’usura delle gomme”, ha spiegato il portacolori Petronas dopo le qualifiche. “In FP3, FP4 e Q2 sono sempre rimasto nella top ten, dunque sono felice. Il potenziale è buono, sono veloce in alcuni punti della pista e qui mi diverto tanto a guidare”.

Vota il sondaggio: MotoGP, chi vincerà il GP di Gran Bretagna?

"Silverstone mi piace"


Valentino appare molto a suo agio tra le pieghe del tracciato britannico: “Mi piacciono le piste lunghe e tecniche come questa, qui il pilota riesce a fare la differenza. Ma il mio miglioramento dipende da una serie di fattori”.

La gara, però, è tutta da scrivere e Valentino è deciso a dimenticare le difficoltà incontrate in questo 2021: “In Qatar ero andato meglio nella Q2, ma adesso ho un passo migliore. Anche ad Assen e Barcellona ero forte sul passo, ma poi sono caduto. La verità è che in MotoGP non sai mai cosa accadrà in gara. Toccherà attendere fino all’inizio del GP per comprendere il nostro potenziale”.

“Abbiamo capito come migliorare la moto e in Austria ho disputato due GP decenti”, ha continuato l’italiano. “Spero di concludere al meglio la mia carriera in MotoGP, sarà importante fare delle buone prestazioni”.

Guarda tutta la MotoGP su NOW

"Ho delle sensazioni migliori" 


La scelta delle gomme da montare domani è ancora aperta: “La scelta delle gomme è aperta tra media e hard: vado meglio con la seconda, ma bisogna attendere le condizioni che troveremo domenica e capire quale degrada meno".

In conclusione, Rossi è determinato a migliorare quello che si sta rivelando il suo Tallone d’Achille: la partenza. “È dal Sachsenring che soffro nel primo giro, cioè da quando ho montato lo start device all’anteriore  - ha spiegato il #46 - Abbiamo faticato a settarlo elettronicamente, di conseguenza nei primi giri sono stato piuttosto lento. Ma devo dire che adesso le mie sensazioni nelle prove di partenza sono migliori”, ha concluso Valentino.

MotoGP Gran Bretagna, Quartararo: “Non firmo per un terzo posto”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi