MotoGP, Bagnaia: “Non mi sento l'erede di Valentino Rossi”

MotoGP, Bagnaia: “Non mi sento l'erede di Valentino Rossi”

Il piemontese, allievo del nove volte campione del mondo, ha commentato il ritiro del suo mentore e ha parlato anche delle aspettative che aveva su Marquez

3 settembre

Il 14 novembre sul circuito di Valencia, Valentino Rossi disputerà la sua ultima gara di MotoGP e poi si ritirerà definitivamente dal paddock del Mondiale, ma in pista ci saranno sempre i suoi allievi della VR46 Riders Academy. Tra questi ci sono Francesco Bagnaia, Franco Morbidelli e l’attuale debuttante Luca Marini, e il pilota ufficiale Ducati ha commentato il ritiro del "Dottore".

L'addio di Valentino Rossi


Il pilota ufficiale Ducati, intervistato da DAZN Spagna, ha però dichiarato: “Non mi sento l'erede di Rossi, penso sia impossibile fare quello che ha fatto lui”. La decisione di annunciare il suo ritiro l’ha commentata positivamente: “Sono felice per lui, perché anche se penso che sarà difficile stare qui senza di lui - perché siamo sempre con lui - alla fine ha fatto la cosa giusta per sé stesso”. I risultati sperati non sono arrivati e Pecco aggiunge: “Se non si diverte di più... Penso che si diverta, ma non nelle gare. Lo vedo più rilassato ora, sarà anche padre, quindi sono molto contento per lui”.

Il commento sul ritorno di Marquez


Il 2021 ha visto anche il ritorno in pista di Marc Marquez, dopo l’infortunio al braccio destro che l’ha bloccato per tutta la stagione precedente, ma secondo Bagnaia ha deluso le aspettative: Pensavo che avrebbe lottato per il titolo. Pensavo fosse più preparato a combattere, ma effettivamente non lo si può sapere da fuori. Per come è arrivato a Portimao, dopo tanto tempo, e facendo una gara stando sempre davanti, ho pensato che non avesse più problemi. Invece finora ha ottenuto solo un risultato degno di nota, la vittoria in Germania, e chissà che nelle ultime sei gare riesca a concretizzare le buone sensazioni.

MotoGP al bivio: cosa ne sarà della top class nei prossimi anni?

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi