MotoGP, Cecchinello: “Ogni pilota Honda può personalizzare la moto”

MotoGP, Cecchinello: “Ogni pilota Honda può personalizzare la moto”

L'ex pilota veneto ha raccontato quali sono le novità della Casa alata, con l’obiettivo di migliorare le prestazioni nella top class

7 settembre

Senza Marc Marquez al meglio della sua forma fisica, Honda in MotoGP non può essere imbattibile e questo è un dato di fatto, ormai ben chiaro sotto gli occhi di tutti. L’infortunio che lo spagnolo ha rimediato nel luglio dell’anno scorso ha penalizzato la Casa alata anche in termini di sviluppo e ora c'è una grande novità per uscire dalla crisi. Secondo quanto ha raccontato Lucio Cecchinello a Speedweek ogni pilota può personalizzare individualmente la sua moto.

Il momento è di quelli complicati


Facciamo un passo indietro. Il capo del team LCR ha spiegato: “La verità è una: se vinci, come è successo con Marc dal 2012 al 2019, non ha senso cambiare radicalmente direzione. Un simile approccio non giustificherebbe l'investimento corrispondente”. Questo è certamente comprensibile, ma ha portato alla difficile situazione odierna con un Marc Marquez che non è ancora tornato al suo stile di guida naturale e fatica con questa RC213V. Oltre a lui ci sono: Pol Espargarò che è un debuttante e non riesce a trovare la chiave di lettura per essere competitivo, e i due piloti Takaaki Nakagami e Alex Márquez del team LCR che sono rispettivamente 13esimo e 15esimo in campionato.

In continua evoluzione per ritrovare il successo


L’ultimo podio della squadra privata risale a tre anni e mezzo fa, con Cal Crutchlow, e Lucio ha continuato: “In Honda sanno che la nostra MotoGP non è facile da guidare. Prima con Casey Stoner e poi con Marc Márquez è stata sviluppata in un modo per cui ha un grande potenziale se hai un certo stile di guida”. Di certo è che in Giappone non stanno con le mani in mano, anzi: “In Honda vengono prodotte nuove specifiche del telaio e altri componenti e vengono apportate modifiche anche al pacchetto aerodinamico”.

Orari TV MotoGP Aragon: la programmazione di Sky, DAZN e TV8

L'ultimo step: la personalizzazione


Per provare a uscire da questa situazione difficile, Cecchinello ha anche ammesso: “Gli ingegneri Honda ora consentono a ciascuno dei nostri piloti di personalizzare la propria moto per soddisfare le proprie esigenze. Questo è molto importante. Ecco perché a volte si vedono elementi aerodinamici diversi e anche diverse preferenze per il telaio”. Un cambiamento importante che punta in alto, a tornare a stare davanti a tutti, come fatto nell'ultimo decennio.

MotoGP, Puig su Pol Espargarò: "Ha mostrato perché lo abbiamo scelto"

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi